Come e dove mettere il modem Wi-Fi in casa

Come e dove mettere il modem Wi-Fi in casa

Ormai tutti i dispositivi elettronici d’uso domestico e quotidiano si connettono ad Internet, come gli smartphone, i televisori, i computer, le console dei videogiochi, e adesso anche gli altoparlanti ad intelligenza artificiale come Alexa, che a loro volta attraverso la connessione Internet controllano altri dispositivi della casa. Ma per poterli collegare alla rete c’è bisogno di un dispositivo particolare, ossia il modem Wi-Fi, che permette di collegarli in modalità wireless, ossia senza fili.

Se volete installare una rete Wi-Fi in casa ma, non essendo molto pratici, state cercando qualcuno che possa aiutarvi nell’impresa, vediamo insieme come e dove mettere il modem Wi-Fi in casa, perché che ci crediate o meno, anche il luogo dove posizionare il vostro modem è di fondamentale importanza.

Cosa serve per mettere il Wi-Fi in casa

Prima di passare direttamente a vedere come e dove mettere il modem Wi-Fi in casa, forse è meglio sapere cosa effettivamente serve per poter riuscire ad installare una rete Internet.

Prima di tutto, bisogna attivare un’offerta Internet in base alle vostre esigenze tramite un qualsiasi operatore telefonico italiano. Ma in base a che cosa potete scegliere l’opzione più giusta per voi? Una delle caratteristiche più importanti da tenere conto è sicuramente la velocità di connessione, potendo scegliere ora anche tra la fibra ottica o la classica ADSL.  Altre opzioni da tenere conto sono la possibilità di avere le chiamate illimitate, oppure la possibilità di avere la rete Internet con o senza linea telefonica, scegliendo le offerte solo Internet, nel caso in cui decidiate che potete fare a meno di un telefono fisso in casa. Il costo, quindi, varierà in base al tipo di contratto che sceglierete.

Altra cosa che vi serve per creare una connessione Internet in casa è un modem, o router, un dispositivo in grado di connettersi ad Internet tramite il cavo telefonico, e che fornisce poi la connessione a tutti gli altri dispositivi elettronici che si trovano nella sua area di copertura in modalità wireless, quindi senza fili.

Il modem potete comprarlo a parte, ma quando andate a scegliere l’offerta Internet che più vi interessa, di solito c’è anche l’opzione che vi permette di ottenere il modem e l’attivazione inclusi nel prezzo iniziale.

Dove posizionare il modem Wi-Fi in casa

Quando dovete scegliere dove mettere il modem Wi-Fi in casa, dovete tenere conto di alcuni fattori che potrebbero incidere negativamente sulle prestazioni del segnale wireless, come per esempio la presenza di muri e di altre superfici che possono ostacolare la trasmissione del segnale. Infatti, questi sono molto difficili da attraversare.

Quindi, è molto importante scegliere la stanza dove posizionare il modem, tenendo presente che in essa devono esserci almeno una presa elettrica e una presa telefonica. Ma soprattutto tenendo presente che più lo si mette in una posizione centrale della casa, e più c’è la possibilità che il segnale venga raggiunto da tutte le stanze presenti nell’abitazione. Se questo non vi è possibile, cercate almeno di posizionare il modem nella zona in cui avete più bisogno di una buona connessione Internet.

Infine, nel caso in cui il segnale risulti debole in alcune stanze, potete risolvere il problema mettendo a sostegno del modem un ripetitore Wi-Fi, o anche detto range extender o repeater, un dispositivo che serve ad estendere ulteriormente l’area di copertura della rete Wi-Fi, andando a coprire anche le aree che non sono raggiungibili dal segnale del modem.

Collegare il modem Wi-Fi

Ora che avete scelto dove posizionare il vostro modem, vediamo come fare a collegarlo in modo tale che possiate poi effettivamente usarlo.

Quindi prendete il cavo telefonico, che vi viene fornito in dotazione insieme al modem, e inserite un’estremità del cavo nella presa telefonica al muro, mentre l’altra estremità andrà inserita nell’apposito ingresso del modem, che di solito è quella dove si trova la scritta ADSL/VDSL.

Una volta collegato il cavo telefonico, è il momento di collegare invece il cavo d’alimentazione. Quindi inserite un’estremità di questo cavo nella presa elettrica, e l’altra estremità nell’ingresso Power che si trova dietro al dispositivo.

Ora, nel caso in cui il vostro modem ha un pulsante d’accensione, premetelo, e aspettate che i LED che si trovano nella parte frontale del modem diventino di colore verde. Da questo momento in poi sarete già in grado di collegare i vostri dispositivi elettronici alla rete Wi-Fi, perché infatti i modem di ultima generazione identificano automaticamente il tipo di connessione Internet da usare, e quindi non c’è bisogno che siate voi a configurarlo.