Bitcoin Bitcoin 3.52% $43154.92
3.52%
57640.48 BTC $812268650496.00

Come estendere il tempo delle riunioni su Zoom

Come estendere il tempo delle riunioni su Zoom

È diventata una delle applicazioni di videoconferenze più utilizzate al mondo, soprattutto in questo ultimo anno di pandemia globale, in cui ha permesso di tenersi in contatto con amici e familiari, ma soprattutto ha aiutato a mantenere la didattica a distanza e lo smart working. Si tratta di Zoom. Molti lo avranno già usato, o comunque ne avranno sentito parlare.

Un unico problema, però, potrebbe essere il limite di tempo a disposizione, oltre il quale non si può andare. Cerchiamo di capire, allora, come estendere il tempo delle riunioni su Zoom.

 

Cos’è e come funziona Zoom

Per chi, comunque, non ne avesse mai sentito parlare, Zoom è un’applicazione di videoconferenze molto intuitiva e facile da usare.

Rimane molto utile da utilizzare anche perché dispone di strumenti di collaborazione come chat di testo e la funzionalità della condivisione dello schermo per le presentazioni. Inoltre, non c’è bisogno di iscriversi alla piattaforma per poter partecipare ad una riunione Zoom.

Esistono due versioni di questa piattaforma, quella gratuita e quella a pagamento. Zoom è disponibile gratuitamente per tutti, con un pacchetto base che offre praticamente tutti i servizi necessari. Ma anche se dispone di tutte le funzionalità di base, questa versione purtroppo ha dei limiti, altrimenti non esisterebbe anche la versione a pagamento.

Uno dei limiti, oltre a quello del limite massimo di persone che possono partecipare alle riunioni, è proprio il limite di tempo che è stabilito a 40 minuti. Una volta passato questo tempo, bisogna chiudere la riunione e crearne un’altra. Un po’ scomodo direi.

 

Estendere il tempo delle riunioni su Zoom

Da quando è cominciata la didattica a distanza, Zoom ha rimosso temporaneamente il limite dei 40 minuti, poiché iniziava a dare problemi ai professori che, ogni volta, dovevano chiudere e riaprire le videolezioni. Le videochiamate, quindi, anche con la versione gratuita, hanno cominciato ad avere anch’esse una durata illimitata.

Per gli account gratuiti già esistenti c’è stato un aggiornamento automatico, per cui è stato sbloccato automaticamente il limite dei 40 minuti.

Ma come fare a rimuovere questo limite di tempo di Zoom se non si ha già un account esistente che può fare l’aggiornamento automatico? Prima di tutto bisogna crearsi un account gratuito per un istituto scolastico, utilizzando, appunto, un’e-mail istituzionale. Richieste con e-mail personali come Gmail o Outlook non verranno prese in considerazione. A questo punto bisogna compilare il modulo apposito, che sarà in inglese, e aspettare la verifica da parte della piattaforma.

È necessaria una sola richiesta per dominio. Quindi, una volta che la richiesta con l’e-mail di un istituto è stata approvata, la rimozione del limite di tempo avverrà automaticamente per tutti coloro che hanno un account gratuito di base con l’e-mail dello stesso istituto.

Una volta approvata la richiesta, accedendo alla propria pagina delle impostazioni, si potrà vedere un banner verde in alto alla pagina che avverte che è stato temporaneamente rimosso il limite dei 40 minuti.

 

Chi può richiedere la rimozione dei 40 minuti

Ovviamente non tutti gli account gratuiti possono richiedere la rimozione dei 40 minuti.

Chi può richiederlo sono soltanto le scuole di determinate zone ad alto rischio che sono state costrette a chiudere e hanno dovuto affrontare la didattica a distanza a causa del Coronavirus.

Per vedere quali sono i Paesi che possono richiedere la rimozione del limite di tempo puoi andare a questa pagina.