Come installare moduli e pacchetti Python in Windows

Come installare moduli e pacchetti Python in Windows

15/02/2022 0 By Redazione

Se siete arrivati qui certamente avete sentito parlare di Python, il linguaggio di programmazione che, a detta di molti programmatori, consente di lavorare più rapidamente con maggiore produttività e tempi di manutenzione inferiori. Uno dei vantaggi di Python è di essere multipiattaforma, salvo non si facciano cose piuttosto specifiche che interagiscono con il layout del filesystem, l’importanza delle maiuscole nei nomi dei file, usare una libreria scritta per una precisa piattaforma o altre variabili di ambiente specifiche di un determinato sistema operativo. Oggi vedremo come installare moduli e pacchetti di Python in Windows 10 e come utilizzarli al meglio ma, prima, sarà il caso di chiarire la differenza fra script, moduli e pacchetti. Uno “script” è qualcosa che si esegue nella shell per eseguire un’attività definita. Per scrivere uno script, digiteremo il codice nel nostro editor di testo preferito e lo salveremo con l’estensione .py. È quindi possibile utilizzare il comando python seguito dal nome dello script in un terminale per eseguirlo. I moduli, invece, sono semplicemente file con estensione “. py” contenente codice Python che può essere importato all’interno di un altro programma Python. In parole povere, possiamo considerare un modulo come una libreria di codice o un file che contiene un insieme di funzioni che vogliamo includere nella nostra applicazione. Un pacchetto Python di solito è costituito da diversi moduli. Fisicamente, un pacchetto è una cartella contenente moduli e forse altre cartelle che a loro volta possono contenere più cartelle e moduli. Concettualmente, è uno spazio dei nomi. Ciò significa semplicemente che i moduli di un pacchetto sono legati insieme da un nome di pacchetto, con il quale possono essere referenziati.

Come fare?

Il primo passo da fare, se non l’avete già fatto, è di installare, dal sito ufficiale di Python l’ultima release usando l’installer per la vostra versione di Windows (32 o 64 bit). Abbiate cura che, durante l’installazione sia presente la spunta nella casella “Add Python to PATH” in modo da poter eseguire Python da qualsiasi cartella.

Per gestire correttamente i moduli e i pacchetti software è indispensabile la presenza del sistema di gestione dei pacchetti di Python, “pip”, e che lo stesso sia aggiornato alla ultima versione. Per farlo ci basterà aprire un prompt dei comandi di Windows, meglio ancora il PowerShell e digitare il seguente comando: “python –m pip install — upgrade pip wheel”. L’output a schermo ci indicherà se pip era presente e la sua posizione, verificherà l’ultima versione disponibile e, se è il caso, farà il download, la disinstallazione della versione precedente e l’installazione di quella aggiornata. A questo punto non ci rimane che cercare il pacchetto o il modulo che ci interessa, scaricarlo in locale, possibilmente in una directory dedicata ai programmi in Python, e installarlo con il comando:

pip install <nomepacchetto>.

Molti moduli o pacchetti si trovano su Github e in questo caso per installarli sarà sufficiente digitare il comando:

pip install -e git+<https://github.com/nomerepo.git#egg=nomepacchetto&gt;

Ci sarebbero molte altre cose da dire ma, magari, approfondiremo in altri interventi.