Come installare SSD e come si usa

Come installare SSD e come si usa

SSD è l’acronimo di Solid State Drive, in italiano “unità di memoria a stato solido”. Un SSD è un
componente semiconduttore, utile per archiviare le informazioni su celle di semiconduttori. Seppur dovesse venire a mancare l’alimentazione, un SSD conserva il suo stato, funzionando come una memoria flash. Ogni singola cella di un SSD può registrare soltanto due stati, carica e non carica, secondo la metodologia del Single Level Cell (SLC).

Come si usa un SSD

Attualmente, un numero sempre maggiore di dispositivi monta memorie SSD. Si tratta di computer
portatili, PC, fotocamere digitali, lettori musicali digitali e device elettronici di diverso genere. Sui PC, gli SSD vengono usati come dischi per il sistema operativo e per i software. Anche smartphone e tablet che, in genere, durano di meno rispetto ai dispositivi fissi, montano un’unità di memoria SSD.

Infatti, usare un SSD su questi dispositivi rappresenta la soluzione migliore, poiché un SSD ha un peso ridotto, è veloce e resiste agli eventuali urti. In più, gli SSD costano poco e, per questo motivo, nel prossimo futuro, le unità SSD saranno gli strumenti di archiviazione e memoria più diffusi. Allo stesso tempo, si assisterà ad un incremento di tutti quei device dotati di un SSD integrato, almeno per quanto riguarda il settore dei dispositivi usati per fruizione di tipo privato e domestico.

Cosa fare prima di installare un SSD su un computer

Prima di installare un SSD su un qualsiasi device, in particolare su un PC, sarebbe opportuno fare
attenzione ed usare i giusti accorgimenti, per evitare di arrecare danni all’apparecchiatura elettronica del computer. Più precisamente, prima di installare un SSD bisogna mettere in atto queste strategie:

  • non toccare superficie di metallo, per evitare una carica elettrostatica sulle mani;
  • toccare delicatamente i connettori dell’alimentatore, per non danneggiarli o piegarli;
  • se l’unità SSD è nuova, non aprire il contenuto di metallo o di plastica in cui si trova;
  • agire in uno spazio antistatico, lontano da superfici metalliche, al fine di evitare di danneggiare le parti elettroniche dell’unità SSD.

Inoltre, prima di installare un SSD su un computer, bisognerà valutare se l’installazione viene effettuata su un computer nuovo o su un computer già usato. Infatti, a seconda del dispositivo di interesse, le procedure di installazione dell’unità di memoria SSD cambiano.

Come installare un SSD su un computer nuovo

Installare un SSD su un computer nuovo, non è eccessivamente complicato e richiede questi passaggi:

  • spegnere il computer;
  • togliere il cavo di alimentazione;
  • premere a lungo sul pulsante di accensione;
  • aprire il case del PC;
  • identificare l’hard disk da sostituire;
  • staccare l’hard disk;
  • togliere l’hard disk dalla sua posizione;
  • inserire SSD nell’alloggiamento dedicato;
  • collegare tutti i cavetti;
  • chiudere il case del PC;
  • installare nuovamente il sistema operativo.

Come installare un SSD su un computer con dati esistenti

Se, invece, bisogna installare un SSD su un computer che ha dati già memorizzati, le operazioni si fanno più complesse. Infatti, prima di installare SSD, sarà necessario spostare tutti i dati e i contenuti del vecchio hard disk sul nuovo SSD. Nonostante possa sembrare eccessivamente complicato, per “clonare” il vecchio hard disk spostando tutti i contenuti sul nuovo SSD, basterà usare un software dedicato.

Il software più usato per spostare il vecchio hard disk sull’unità SSD è Acronis True Image 2020, che
offre molte opzioni e funzionalità interessanti. Altrimenti, si potrà ricorrere al software che ha prodotto l’hard disk stesso. Dopo aver spostato tutti i contenuti del vecchio hard disk sul nuovo SSD, per installare un SSD su un computer con dati esistenti, basterà procedere nel seguente modo:

  • spegnere il computer;
  • togliere il cavo di alimentazione;
  • premere a lungo sul pulsante di accensione;
  • togliere il nuovo SSD al PC attraverso il cavo SATA oppure, se si tratta di un notebook, usare il cavo USB;
  • accendere il PC attraverso il software scelto;
  • spostare i dati memorizzati sul PC;
  • scollegare il vecchio hard disk;
  • inserire il nuovo SSD su cui si trovano i dati;
  • chiudere il case del PC;
  • avviare il PC;
  • il nuovo SSD è installato sul PC.

Ti consiglio di leggere anche…

Come incrementare le prestazioni del PC fisso e portatile con SSD e RAM

Come mettere una password ad una chiavetta USB

Come riparare la chiavetta USB danneggiata in pochi passi