Bitcoin Bitcoin 1.58% $34226.25
1.58%
20148.29 BTC $642283143168.00

Come passare da Google Meet gratuito alla versione a pagamento

Come passare da Google Meet gratuito alla versione a pagamento

Ormai conosciamo un po’ tutti Google Meet, l’applicazione di teleconferenza sviluppata da Google, e che non è altro che una delle due nuove versioni di Google Hangouts, insieme a Google Chat.

È stata una delle piattaforme più utilizzate a partire dal primo lockdown per favorire lo smart working e la didattica a distanza. E proprio per questo motivo, a partire dalla primavera del 2020, Google ha deciso di rendere il servizio gratuito e disponibile per tutti gli utenti.

Ma a partire dallo scorso settembre Google Meet è tornata indietro e non è più completamente gratuita. L’offerta che da aprile permetteva di usufruire a tutti delle funzionalità premium dell’app è infatti scaduta. Per cui, chi ancora volesse continuare ad utilizzare Google Meet, dovrà decidere se pagare o continuare ad avere l’accesso gratis e rinunciare alle funzionalità più interessanti dell’applicazione.

Se per un qualsiasi motivo, che sia di lavoro, di scuola, o altro, vorreste continuare ad utilizzare Google Meet senza dover rinunciare a qualche prestazione per voi necessaria, disposti anche a pagare un abbonamento, continuate a leggere l’articolo, perché vedremo proprio come passare da Google Meet gratuito alla versione a pagamento.

Cosa è cambiato?

Dallo scorso settembre, dunque, Google Meet ha deciso di monetizzare la base degli utenti che si è creata negli ultimi mesi durante la pandemia, lasciando comunque la possibilità di usufruire della piattaforma in modo gratuito, ma rinunciando ad alcune funzionalità a cui forse qualcuno si era ormai affezionato e abituato ad usare. Quindi vediamo prima di tutto cosa è cambiato.

La lunghezza massima delle riunioni 1:1, quindi la durata della videochiamata tra due sole persone, è rimasta uguale, quindi ci si può videochiamare fino ad un massimo di 24 ore di durata, esattamente come nella versione a pagamento.

Quello che cambia è invece la durata per le videochiamate di gruppo. Infatti, per le videochiamate con più persone, quindi a partire dai tre partecipanti in poi, la durata massima della riunione di gruppo sarà di 1 ora e non più di 24 ore, possibile ancora nella versione a pagamento.

Cambia anche il numero massimo di partecipanti che possono partecipare alla riunione, che ora nella versione gratuita è di 100 persone, mentre nella versione Google Workspace Essentials è di 150, e 250 nella versione Google Workspace Enterprise, quindi per le organizzazione e le aziende di grandi dimensioni.

Se non passerai alla versione a pagamento mancheranno anche le seguenti funzionalità:

  • Registrazione della riunione salvata su Google Drive
  • Funzionalità per alzare la mano
  • Sondaggi e Domande e risposte
  • Eliminazione rumore intelligente
  • Live streaming nel dominio
  • Gruppi di lavoro
  • Rapporti sulla partecipazione
  • Numeri telefonici per accedere alla riunione senza dover aver una copertura di rete.

Come passare a Google Meet a pagamento

Se quindi siete decisi a passare alla versione a pagamento di Google Meet, quello che dovete fare è prima di tutto andare a controllare i piani e i prezzi, e scegliere l’opzione più adatta a voi.

Una volta che avete scelto, andate e cliccate sul pulsante Provalo gratuitamente, per la versione Essentials e Contatta il team di vendita per la versione Enterprise, per avere informazioni sulle tariffe e continuare.

Se avete scelto la versione Essentials, a questo punto dovrete inserire un indirizzo email di lavoro e fare clic sul pulsante Avanti.

Vi dovrebbe arrivare poi un’email di verifica all’indirizzo che avete inserito, quindi aprite la vostra posta elettronica e cliccate sull’email per verificare il vostro indirizzo. Una volta fatta la verifica potrete creare un account e configurare Google Workspace Essentials per la vostra organizzazione, e potrete finalmente usufruire delle funzionalità di Google Workspace Essentials.