Bitcoin Bitcoin -0.49% $43057.75
-0.49%
23715.91 BTC $810439671808.00

Come programmare e localizzare gli annunci pubblicitari su Google Adwords

Come programmare e localizzare gli annunci pubblicitari su Google Adwords

Quando si parla di Google, non possono non venire in mente la grande quantità di piattaforme sfornate da questa azienda. Una di queste è Adwords, conosciuta negli ultimi anni con il semplice Ads, servizio utilissimo per tutti coloro che vogliono migliorare i successi della propria azienda. Infatti, questo permette di poter sponsorizzare al meglio le proprie pubblicità nella Rete Display di Google, composta da una grandissima quantità di siti, app, blog e quant’altro. Se sei interessato e vuoi maggiori informazioni, dai un’occhiata al monitoraggio delle conversioni e delle vendite su Google Adwords. Oggi, invece, ci soffermeremo maggiormente sulla programmazione e la localizzazioni degli annunci principali. Ecco a te una piccola guida.

Prima di tutto, è necessario ricordare che il metodo strategico utilizzato attraverso le campagne di Ads è quello del targeting. Cos’è? E come funziona? Si tratta di un percorso che si interessa di individuare il gruppo di consumatori, ovvero il target, che presenta delle peculiarità che possono essere maggiormente complementari con l’offerta dell’azienda. Ovviamente, si possono riscontrare dei problemi quando il contenuto pubblicizzato deve farsi notare anche al di là del paese di origine, soprattutto per motivi di lingua, ma anche perché esistono differenze culturali che portano gli abitanti di località diverse ad essere interessati e a spostare l’attenzione su contenuti diversi. Proprio per questo, risulta difficilissimo riuscire a cogliere target da paesi che presentano delle diversità sostanziali tra di loro. Fortunatamente, Google Ads permette, attraverso il targeting per lingua, di scegliere la lingua dei possibili clienti che si vogliono raggiungere. Per questo motivo, gli annunci pubblicati saranno sempre idonei in base alla query in cui c’è una certa corrispondenza con le parole chiave utilizzate e scelte per sponsorizzare il proprio contenuto. Ovviamente, l’impresa deve essere consapevole di ciò che sta pubblicizzando e deve sapere perfettamente quale livello di targeting in base alle località scegliere tra i seguenti:

  • Paesi, quando si tratta di un’attività nazionale o internazionale, oppure della vendita di un prodotto acquistato in tutto il mondo;
  • Aree all’interno di un paese, per coloro che presentano clienti solo in determinate località;
  • Raggio intorno ad una località, per un’attività che è conosciuta e ha successo all’interno di un range ben preciso intorno ad un territorio.

Ovviamente, si può compiere anche il procedimento inverso e decidere quali sono i luoghi che non si devono raggiungere con la sponsorizzazione. Questo permetterà sicuramente di avere una panoramica ben definita dei propri plausibili clienti e di risparmiare il budget in modo ragionevole e con intelligenza.