Bitcoin Bitcoin -0.51% $43050.3
-0.51%
23027.20 BTC $810299490304.00

Dai un’occhiata al monitoraggio delle conversioni e delle vendite su Google Adwords

Dai un’occhiata al monitoraggio delle conversioni e delle vendite su Google Adwords

Adwords è una delle numerosissime piattaforme targate Google, la famosa azienda statunitense che domina incontrastata nel mondo della rete. Chiamato semplicemente Ads, questo servizio permette di aiutare qualsiasi impresa ad implementare e migliorare la propria attività. Infatti, viene garantita la possibilità di poter investire sulla pubblicazione di annunci online, che permettono di sponsorizzare i propri contenuti, in modo tale da raggiungere più clienti possibili. In passato vi abbiamo già parlato di come sfruttare al meglio le campagne intelligenti su Google Adwords. Oggi, invece, ci soffermeremo maggiormente sul monitoraggio delle conversioni e delle vendite. Di cosa si tratta? Quali sono i vantaggi? Scopriamolo insieme.

Il monitoraggio è uno strumento gratuito presente su Google Ads, che controlla le interazioni degli utenti con i tuoi annunci. La conversione, invece, è un’azione dell’utente che l’azienda considera redditizia. All’interno della piattaforma di Google, l’impresa può scegliere l’origine di questa conversione. Può derivare da un semplice click sul sito dell’attività, dal download dell’app o da chiamate telefoniche. Si può, inoltre, dare un nome ad ogni singola conversione, classificandola anche all’interno di diverse categorie e assegnando ad essa un valore, che cambierà a seconda dell’ obiettivo dell’azienda. In questo modo, Google Ads raggrupperà le conversioni simili, in modo tale da rendere molto chiaro il monitoraggio effettuato. Altro servizio interessante garantito da questa piattaforma è quello della scelta della modalità di conteggio delle conversioni. Infatti, in base alle necessità dell’azienda, si può scegliere se svolgerlo su:

  1. Ogni conversione;
  2. Una conversione.

Il primo caso è molto consigliato per coloro che sono maggiormente interessati alle vendite, in modo tale da poter avere un numero ben preciso delle transazioni effettuate da quel contenuto. Il secondo, invece, potrebbe essere più utile per coloro ai quali basta conoscere una conversione per click sull’annuncio. 

Altra nota interessante da ricordare, è quella del monitoraggio delle conversioni anche per app per dispositivi mobili. Questo servizio è molto utile per comprendere quali annunci e sponsorizzazioni hanno portato al download dell’app o ad azioni all’interno dell’app, come, ad esempio, acquisti. 

Insomma, Google Ads concede ai suoi utenti un numero disparato di possibilità per poter migliorare la propria impresa e comprendere quali sono i percorsi da seguire e quali da evitare. Nonostante questo, è comunque determinante l’uso che se ne fa. Infatti, l’impresa deve essere in grado di sfruttare al meglio questi vantaggi. Ad esempio, per aumentare il tasso di conversione, dovrà scegliere, prima di tutto, le migliori parole chiave possibili. A tal proposito, per far sì che i propri annunci raggiungano il maggior numero possibile di plausibili clienti, il trucco è sempre quello di utilizzare parole specifiche e non generiche.