Bitcoin Bitcoin 0.97% $33957.72
0.97%
19780.87 BTC $637244014592.00

Come scrivere un articolo SEO

Come scrivere un articolo SEO

09/04/2021 0 By robertafroio

Redigere un blog attraente non basta e i marketers questo lo sanno, lavorare sulla sua visibilità all’interno di un motore di ricerca può aiutare a renderlo ancora più visibile e quindi accattivante; per fare ciò sarà fondamentale l’ottimizzazione per i motori di ricerca (SEO).  Se questi piccoli miglioramenti andranno a buon fine ai lettori sarà possibile, tramite l’inserimento all’interno del motore di ricerca di una parola chiave, trovare il tuo blog. 

Nel momento in cui il lettore trova il tuo blog sarà importante mantenere il suo interesse alto si può fare ciò pubblicando ricerche approfondite, presentando contenuti di alta qualità e mostrando un blog con una struttura ben organizzata.

L’organizzazione dei contenuti

Il blog Semrush ci parla di un possibile upgrade di posizionamento all’interno dei motori di ricerca attraverso l’uso di cluster di argomenti; si basa sul selezionare un argomento cardine “pillar” ma può anche essere una parola chiave che intendi classificare e poi si passa alla creazione di un contenuto cluster su delle parole chiave specifiche associate a tale tema. 

Questo modello permette una maggiore interconnessione tra i vari articoli all’interno del tuo blog e ciò si traduce in una user experience più piacevole e fluida.

Come usare le parole chiave

Individuare la parola chiave non è così semplice come sembra Semrush, infatti, ci dice che le keyword più note aumentano la competitività rendendo difficile il posizionamento del tuo blog all’interno di un motore di ricerca. In aggiunta risulta importante concentrarsi su parole chiave a coda lunga; possono essere frasi più o meno lunghe che possono essere utilizzate dagli utenti quando per esempio effettuano una ricerca vocale. 

A fornire un aiuto nella ricerca di parole chiave ci sono degli strumenti SEO. Il blog Semrush ci suggerisce l’uso dei loro tools per la keyword research, essi ti aiutano fornendo una valutazione del valore e del ranking competitivo delle tue parole chiave e inoltre osserva anche quelle dei tuoi concorrenti e ti mostra anche una classifica. 

I contenuti multimediali all’interno di una pagina

Includere all’interno del tuo blog diversi tipi di rich media classifica il tuo sito come di alta qualità; i contenuti multimediale possono essere di diverso tipo come foto, video o infografiche. 

I video forse sono considerati il rich media più adatto ed è anche uno dei più popolari, poiché richiedono all’utente maggiore concentrazione e quindi più tempo all’interno del tuo blog. Sono anche un’ottima vetrina pubblicitaria e le visualizzazioni globali confermano questo dato. 

L’importanza dell’URL

Fare affidamento su URL generati automaticamente è sbagliato poiché la loro struttura influisce sul ranking all’interno dei motori di ricerca. Personalizzarli permette ai bot di Google di indicizzare le pagine poiché si capisce subito di cosa parla. Ciò può risultare molto utile nel momento in cui parliamo di link interni; poiché se l’utente passa sopra ad un anchor text e l’URL mostra subito di cosa si parlerà e dove verrà reindirizzato sarà più propenso a cliccare. 

Questi tipi di URL permettono anche l’uso di keywords al loro interno e questo aiuterà ulteriormente il tuo posizionamento; dovrà essere SEO-friendly ovvero essenziale e semplice.

E per quanto riguarda i dispositivi mobili?

Il web design riguarda ormai anche il mobile, infatti il gigante Google ha confermato l’indicizzazione mobile-first (approccio implementato da luglio 2019) e questo ci dice che il motore di ricerca dà la priorità alla versione mobile del contenuto nelle indicizzazioni e nella classificazione delle pagine web. 

Google offre uno strumento, Strumento di ottimizzazione mobile, per verificare se il tuo sito è ottimizzato per dispositivi mobili; ti segnalerà dei problemi di base e ti dirà come risolverli. Il consiglio di base è quello di avere un design responsive in modo tale da assicurarti che le pagine del tuo blog abbiano un solo URL sia per desktop che per mobile. 

Per assicurarti che l’esperienza mobile sia il più possibile user friendly, la leggibilità del tuo blog dev’essere la priorità. Ad esempio non utilizzare grandi porzioni di testo poiché risultano poco leggibili da mobile e utilizza le intestazioni per organizzare e suddividere un testo.