Come si fa a bloccare un sito su Chrome

Come si fa a bloccare un sito su Chrome

Sai di distrarti troppo con alcuni siti web, come YouTube o gli altri social media, e stai cercando un modo per mantenere la concentrazione, senza troppe distrazioni? Oppure, sai che il tuo dispositivo lo usa anche tuo figlio o tua figlia, e vuoi evitare di lasciargli libero accesso a siti non proprio adatti ai bambini? 

Qualsiasi sia il tuo motivo, in questa piccola guida, in particolare, ti spiegherò come bloccare un sito su Google Chrome. Quindi, se in genere usi questo browser per navigare in internet, questa guida è ciò che fa per te.

Esistono diversi modi per poter bloccare un sito su Google Chrome da pc, come la navigazione sicura, una funzione predefinita del browser stesso, le estensioni, il parental control del computer Windows, e la funzione Tempo di utilizzo su Mac.

1. Bloccare siti su Google Chrome con la Navigazione sicura

Se può aiutarti, puoi usare la Navigazione sicura di Chrome, una funzione predefinita offerta dal browser stesso, che non serve a bloccare siti web specifici, ma ti avvisa ogni volta che accedi ad un sito che non è sicuro, impedendoti l’accesso a questi siti. Quindi, anche se non serve proprio a bloccare determinate pagine internet, io ti consiglio comunque di attivare questa funzionalità in qualsiasi caso.

Per farlo, apri Google Chrome e fai clic sui tre puntini, in alto a destra della schermata. Vai nelle Impostazioni e, dal menu laterale a sinistra, seleziona la voce Privacy e sicurezza. Nella sezione Privacy e sicurezza, fai clic sulla voce Sicurezza e, nella nuova schermata, seleziona l’opzione Protezione standard o, ancora meglio, l’opzione Protezione avanzata.

2. Bloccare siti su Google Chrome con le estensioni

Per bloccare un sito su Google Chrome, puoi usare le estensioni per il browser, come Block Site.

Per installare l’estensione, apri Google Chrome e vai sul Chrome Web Store. Cerca Block Site e fai clic sul pulsante Aggiungi. Conferma, facendo clic su Aggiungi estensione

Aprendo l’estensione, potrai aggiungere tutti i siti web che vuoi bloccare. Tutto quello che devi fare è copiare e incollare qui la URL del sito in questione.

Fatto ciò, però, ti consiglio di proteggere questa pagina di Block Site con una password, per evitare che altre persone possano sbloccare i siti che tu hai bloccato. Quindi, vai nella sezione relativa alla Protezione con password, spunta la prima opzione e inserisci il tuo indirizzo email e una password.

3. Bloccare siti su Google Chrome con il parental control di Windows

Se hai Windows, per bloccare un sito su Google Chrome, puoi anche usare la funzione del parental control, che trovi direttamente su Windows 10 e Windows 11, e che ti permette di bloccare i siti internet sia su Chrome che su altri browser.

Prima di iniziare, però, assicurati di avere un account Microsoft associato al computer. Se non ce l’hai, fallo.

Quindi, vai su Start e apri le Impostazioni. Seleziona la voce Account e, dal menu laterale a sinistra, vai in Famiglia e altri utenti. In La tua famiglia, fai clic su Aggiungi un membro della famiglia. Quindi, Aggiungi un bambino e inserisci l’account Microsoft su cui vuoi effettuare il blocco.

Una volta aggiunto l’account da proteggere, clicca sulla voce Gestisci le impostazioni della famiglia online. Seleziona il nome della persona a cui bloccare l’accesso a determinati siti e vai in Altre opzioni. Fai clic su Restrizioni di contenuto e, nella sezione Esplorazione del web, abilita l’opzione Blocca i siti web inappropriati.

Infine, per aggiungere un sito web da bloccare, vai nella sezione Sempre bloccati e poi in Aggiungi un sito web da bloccare. Inserisci la URL del sito da bloccare e fai clic sul (+).

4. Bloccare siti su Google Chrome con Tempo di utilizzo di macOS

Se hai un Mac, invece, puoi usare la funzione Tempo di utilizzo, una funzione predefinita dei sistemi macOS e iOS, che ti permette di limitare l’accesso ai siti internet. 

Vai in Preferenze di Sistema e fai clic su Tempo di utilizzo. Quindi, nel menu laterale a sinistra, seleziona la voce Opzioni e poi l’opzione Utilizza codice Tempo di utilizzo. Inserisci un PIN, per proteggere le modifiche che andrai a fare, e, a sinistra della schermata, fai clic sulla voce Contenuti e privacy. Attiva l’opzione e digita il PIN che hai inserito inizialmente. Quindi, nella sezione Contenuti web, vai all’opzione Solo siti web consentiti e fai clic su Personalizza. Vai su (+), nella sezione Con restrizioni, e inserisci la URL del sito web di cui vuoi limitare l’accesso.

Anche sul cellulare, esistono diversi modi per bloccare i siti web su Google Chrome, che sono praticamente gli stessi che ti ho elencato per il computer.

Quindi, se usi principalmente lo smartphone, che sia Android o un iPhone, questo è ciò che puoi fare per bloccare un sito internet.

1. Bloccare siti su Google Chrome con la Navigazione sicura

Anche qui, puoi usare la funzione predefinita di Chrome, chiamata Navigazione sicura

Apri Google Chrome e vai nelle Impostazioni, facendo tap sui tre puntini, che trovi in alto a destra su Android, e in basso a destra su iOS. Su Android, ora, vai in Privacy e sicurezza, fai tap sulla voce Navigazione sicura e abilita l’opzione Protezione standard o Protezione avanzata. Su iOS, invece, abilita la voce Navigazione sicura (protegge te e il tuo dispositivo da siti pericolosi).

2. Bloccare siti su Google Chrome su Android

Se hai uno smartphone Android, come per il pc, per bloccare un sito web, puoi utilizzare l’app Block Site, scaricabile dal Google Play Store. Installa l’app e, una volta installata, dovresti trovarla in fondo alle impostazioni. E come per il pc, una volta aperta, nell’interfaccia dell’app, ti basterà aggiungere la URL dei siti da bloccare.

3. Bloccare siti su Google Chrome con Tempo di utilizzo su iPhone

Invece, se hai un iPhone, puoi utilizzare la funzione Tempo di utilizzo, una funzione offerta direttamente dal sistema iOS. Vai nelle Impostazioni del telefono e fai tap sulla voce Tempo di utilizzo. In basso alla schermata, alla voce Utilizza codice “Tempo di utilizzo”, digita un PIN, che ti servirà da password per evitare che altre persone modifichino ciò che hai abilitato. Ora, nella schermata Tempo di utilizzo, abilita la voce Restrizioni contenuti e privacy. Quindi, inserisci il PIN che hai inserito all’inizio e fai tap sulla voce Restrizioni dei contenuti. Seleziona Contenuti Web e, nella sezione Solo siti web consentiti, aggiungi i siti web a cui vuoi consentire l’accesso. In questo modo, a tutti gli altri siti verrà bloccato l’accesso.

Ti consiglio di leggere anche…

Come bloccare i siti web su un Chromebook

Come vedere le password salvate su Google Chrome

Cos’è e come attivare la protezione avanzata in Google Chrome