Come togliere le spunte blu su WhatsApp

Come togliere le spunte blu su WhatsApp

WhatsApp è l’applicazione di messaggistica istantanea più usata e conosciuta. E, grazie alla presenza delle “spunte” sui messaggi (i famosi segni a forma di “v”), è possibile capire se il messaggio è stato ricevuto e se, addirittura, è stato aperto. Infatti, il linguaggio di WhatsApp è molto semplice ed intuitivo: la presenza delle “doppie” spunte blu sotto ogni chat indica che il messaggio è stato letto dal destinatario; una sola spunta grigia (una v) fa capire che il messaggio è stato recapitato, ma non ricevuto dall’utente a cui è stato inviato. E questo può accadere perché il destinatario ha il telefonino spento o non connesso alla rete. Se, invece, la chat presenta due spunte di colore grigio vuol dire che il messaggio è stato consegnato, ma non ancora letto. Ma, oltre alle spunte, l’utente potrebbe imbattersi in un altro simbolo, quello dell’orologio. In questo caso, il messaggio non è stato proprio inviato.

Tuttavia, le impostazioni privacy offerte dall’app consentono all’utente di evitare proprio che le spunte si colorino di blu quando il messaggio viene letto ed aperto, così il mittente non potrà mai saperlo. Ma, scegliendo questa opzione, i contatti non potranno più vedere la spunta colorata di blu e, allo stesso tempo, il possessore dello smartphone non potrà vedere più le spunte dei suoi amici. Inoltre, le spunte colorate potranno essere disattivate unicamente per chat one – to – one e non per le conversazioni di gruppo. Per procedere con la disattivazione delle spunte blu su WhatsApp, sarà sufficiente entrare nell’app e accedere all’interno del menu di configurazione. Ma il procedimento sarà differente a seconda del sistema operativo di cui si dispone. Se l’utente ha a disposizione uno smartphone Android dovrà spingere sul il simbolo dei tre pallini in alto a destra e poi selezionare Impostazioni. Se, invece, dispone di un iPhone iOS, sarà sufficiente toccare l’icona in basso a destra, selezionare Account prima e la voce Privacy dopo. A questo punto, cliccando su Conferma di lettura e spostando la leva verso sinistra, l’utente avrà scelto di non far colorare di blu la spunta di lettura. Qualora si cambi idea, è sempre possibile tornare indietro, effettuando ovviamente gli stessi passaggi, ma optando per il procedimento di riattivazione dei comandi.

WhatsApp, denominato tecnicamente WhatsApp Messenger, è una piattaforma di messaggistica istantanea centralizzata statunitense, sviluppata nel 2009 da WhatsApp Inc., mentre dal 19 febbraio 2014 appartiene alla compagnia Meta, Inc. L’azienda si trova a Menlo Park, in California, ma la sede di riferimento per l’Europa è a Dublino, in Irlanda, conosciuta come “WhatsApp Ireland Limited”. All’inizio WhatsApp era stato progettato solo per device mobili, in seguito è stata lanciata anche la versione “Desktop”. Attraverso le chat di WhatsApp, gli utenti possono inviare messaggi di testo, contenuti multimediali (immagini, video e note vocali), la posizione, i documenti e i contatti.