Bitcoin Bitcoin 3.83% $40745.41
3.83%
51280.62 BTC $765083713536.00

Come usare Google Analytics per WordPress

Come usare Google Analytics per WordPress

Se avete un sito web o un blog, è di fondamentale importanza, se non indispensabile, avvalersi anche di altri elementi per essere sempre aggiornati sulle statistiche del sito, oppure per l’ottimizzazione SEO, e altro ancora. Google in questo offre una vastissima gamma di strumenti gratuiti per aiutarvi. Tra questi, uno strumento molto utile è sicuramente Google Analytics.

Se avete un sito web sulla piattaforma di WordPress, potreste aver bisogno di associare Google Analytics a quest’ultima. Molti utenti, però, quando si trovano nel momento in cui devono aggiungere il servizio di casa Google alla piattaforma web, ed iniziare a monitorare il proprio sito, si trovano un po’ in difficoltà. Vediamo dunque insieme come funziona e come usare Google Analytics per WordPress.

Cos’è Google Analytics

Google Analytics è un servizio di web analytics gratuito, ideato da Google, che fornisce statistiche e strumenti analitici per il controllo del traffico sul sito, con lo scopo di aiutare gli utenti a monitorare ed analizzare in modo dettagliato le statistiche sui visitatori di un sito web.

In una qualsiasi attività online di carattere professionale, e soprattutto aziendale ed e-commerce, possedere ed utilizzare uno strumento di statistiche avanzato come questo, in grado di fornire tutte le informazioni necessarie per prendere poi le giuste decisioni strategiche, è indispensabile.

In pratica Google Analytics fornisce dei dati relativi a diversi aspetti del sito che potrebbero interessarvi, con lo scopo di farvi capire se il vostro sito sta ottenendo successo online e se sta andando nella direzione giusta.

Sarete in grado di scoprire se state generando conversioni, ossia se e quanti utenti che visitano la vostra pagina poi compilano il form di contatto, oppure quali sono le pagine che ottengono maggior traffico sul sito, e quindi anche quali sono i contenuti di maggior successo, quanto tempo gli utenti passano sul sito, e molto altro ancora.

Ma passiamo a vedere come settare ed usare Google Analytics su WordPress.

Aggiungere Google Analytics a WordPress

Per poter aggiungere Google Analytics a WordPress esistono diversi modi.

  • Se siete degli esperti sviluppatori, potete procedere per una strada che rispecchi anche un po’ il vostro livello di abilità di programmazione, poiché si può integrare il servizio manualmente con un codice di monitoraggio di Google Analytics direttamente sul vostro tema WordPress.
  • Se invece non siete molto afferrati con la programmazione e non vi intendete tanto di tecnologia, è consigliabile aggiungere Google Analytics su WordPress tramite un semplice plugin gratuito.

2020-02-04

In ognuno di questi casi, però, c’è un’operazione preliminare da eseguire prima dell’integrazione, cioè bisogna creare un account Google Analytics. Per farlo, collegatevi alla pagina ufficiale del servizio e fate clic sulla voce Configura gratuitamente. A questo punto dovete inserire un nome account e scegliere che cosa volete misurare, se un sito web oppure applicazioni iOS o Android.

Nel caso in cui vogliate misurare un sito web, mettete la spunta sulla prima opzione, così da essere in grado di scoprire la provenienza degli utenti e trasformare i dati in informazioni strategiche, analizzare il loro comportamento per ottimizzare la vostra attività, e scoprire anche le loro tendenze.

Infine, inserite il nome del vostro sito web, la URL di quest’ultimo, la categoria di settore tra le opzioni proposte nella tendina, ed il fuso orario. Una volta finito, fate clic sul pulsante Crea.

Usare un plugin gratuito

2020-02-04 (2)

Se non siete tanto pratici di programmazione, o per niente, potete integrare Google Analytics a WordPress con un semplice plugin gratuito. Quello che di solito si consiglia è Analytics Cat. Questo è un plugin leggero che richiede solo pochi minuti di configurazione.

Per usarlo, ovviamente, dovrete installarlo. Quindi andate nella bacheca del vostro sito WordPress e poi nella sezione Plugin. Ora cercate il nome del plugin ed installatelo. Per poter essere funzionante, però, non basta che lo abbiate soltanto installato, perché infatti è necessario anche che lo attiviate. Per attivarlo, fate clic sul pulsante Attiva che si genererà subito dopo l’installazione al posto di quello con la scritta Installa.

2020-02-04 (4)

Ora che avete installato ed attivato il plugin, andate sulla voce Impostazioni, che si trova nella tendina a sinistra della bacheca, e poi su Google Analytics Manager, così da completare la configurazione. Vi verrà chiesto il Google Analytics ID, che serve a collegare il vostro sito WordPress al vostro account del servizio online.

2020-02-04 (6)

Per ottenere questo ID, tornate al vostro account di Google Analytics, e andate sul simbolo della rotellina dell’Amministrazione presente nel menu laterale a sinistra. Andate poi nella colonna riservata al vostro sito e fate clic sulla voce Informazioni di monitoraggio. Completate il tutto cliccando su Codice di monitoraggio. Nella schermata che si aprirà dovrebbe dunque apparire il vostro ID da inserire nella pagina WordPress in cui eravate rimasti. Una volta inserito questo codice, salvate il tutto per attivare finalmente il monitoraggio.

Da adesso in poi potrete visualizzare le statistiche del vostro sito direttamente nella dashboard di Google Analytics.