Come utilizzare al meglio le ricerche su Google Maps

Come utilizzare al meglio le ricerche su Google Maps

20/10/2021 0 By miriampaterna

Il servizio di Google Maps, con i suoi continui aggiornamenti, offre sempre più funzionalità nuove che spesso non tutti gli utenti conoscono e quindi rimangono inutilizzate, nonostante il loro grande potenziale per migliorare le ricerche su Google Maps. Soprattutto con i recenti aggiornamenti, infatti, il servizio di mappe di Mountain View permette ai suoi utenti di accedere ad un’enorme quantità di informazioni aggiuntive su eventi, locali e suggerimenti collegati alle proprie mappe. Per smettere quindi di sfruttare solo una minima parte di questo servizio e sapere quindi come utilizzare al meglio le ricerche su Google Maps, continua a leggere questo articolo e ti presenterò una serie di funzionalità quasi del tutto nascoste e sconosciute ma che potrebbero stravolgere le tue conoscenze!

Cercare la posizione del parcheggio su Google Maps

Quante volte non ti ricordi dove hai parcheggiato e perdi tantissimo tempo a ritrovare la tua auto? Con Google Maps, forse non tutti sanno che è possibile salvare la posizione del parcheggio cliccando sul pallino blu della posizione attuale e cliccando poi sulla voce “Salva come posizione del parcheggio”. A partire da questo momento in poi, ogni volta che aprirai Google Maps potrai impostare quella posizione come destinazione dal punto in cui ti trovi e verrà automaticamente calcolato il percorso per tornare alla tua macchina. Non solo: forse non tutti sanno che su Google Maps è possibile anche impostare un promemoria per ricordarsi quando scade il tempo del parcheggio. 

Aggiungere una fermata al percorso

Spesso può capitare di essere interessati alla durata di un percorso non solo da un semplice punto A ad un punto B. Potremmo essere interessati anche a sapere quanto tempo impieghiamo a fare una deviazione o semplicemente a sapere la durata totale di un itinerario che coinvolga più tappe. Su Google Maps, è possibile accedere a questa funzionalità a partire da un semplice itinerario con due indirizzi, per poi cliccare sui tre puntini in alto a destra e successivamente sulla voce “Aggiungi una destinazione”. Si potranno aggiungere quante più fermate si desiderano, fino al calcolo dell’itinerario totale.

Calcolare il percorso da un punto sulla mappa

Spesso capita di riconoscere sulla mappa un luogo ma non di non saper indicare con precisione il suo indirizzo civico preciso. Bene, sappi che su Google Maps è comunque possibile calcolare un percorso conoscendo il suo punto di partenza anche dalla mappa. Basta cliccare sul punto da cui vuoi partire (sia da app che da sito web), accedere alle impostazioni (tramite i tre puntini o il tasto destro) e selezionare infine la voce “Indicazioni stradali da qui”. Ti basterà poi inserire l’indirizzo di destinazione (o indicare anche quest’ultimo sulla mappa) per far calcolare al servizio di mappe l’itinerario necessario.

Calcolare la distanza in linea d’aria tra due punti sulla mappa (e l’area tra più punti)

Oltre a conoscere il percorso da intraprendere da un punto di partenza ad un punto di arrivo, potrebbe essere molto interessante conoscere anche la distanza aerea tra due luoghi sulla mappa. Questa funzionalità è raggiungibile sia da app che da computer, ma soprattutto da quest’ultimo dispositivo è particolarmente semplice. Basta cliccare con il tasto destro su un punto e poi su un altro per tracciare una linea retta tra i due punti: verrà automaticamente calcolata la distanza aerea tra i due punti e, aggiungendo mano mano altri punti, verrà anche calcolata la distanza totale. Infine, tornando con il tasto destro sul punto di partenza, sarà possibile calcolare anche l’area interna alle linee tracciate.