Come utilizzare Android Auto

Come utilizzare Android Auto

In macchina più volte si ha il bisogno, o comunque la necessità, di utilizzare delle mappe per orientarsi se non si conosce la strada, di fare e ricevere telefonate, o semplicemente si vuole ascoltare un po’ di musica dal nostro smartphone e non dalla radio. Tutto questo oggi è reso possibile, in maniera sicura, attraverso Android Auto. Quest’ultimo, sviluppato e lanciato da Google nel 2014, consente ai dispositivi mobili di essere utilizzati in automobili, mediante la head unit del cruscotto. Disponibile sul Play Store del proprio smartphone, viene ormai utilizzato sulla maggior parte delle vetture moderne, attraverso il display del veicolo posizionato sulla plancia dell’auto. Questo servizio di mirroring dello schermo permette al display della propria vettura di diventare un vero e proprio smartphone, utilizzabile per avere un sistema completo Android a portata di mano, e senza dover guardare o utilizzare il cellulare, essendo anche ottimizzato proprio per la guida.

Al momento, Android Auto offre la possibilità di ascoltare musica, chiamare e ricevere chiamate, inviare messaggi di testo o raggiungere la destinazione desiderata, senza mai togliere le mani dal volante. Tutto questo è possibile grazie al semplice mirroring delle app già installate sul vostro smartphone nella dashboard della vostra auto. Durante l’uso di Android Auto, infatti, potrete in qualsiasi momento pronunciare “Ok Google”, sia per impartire comandi alle app, sia per tutte le altre funzioni dell’assistente Google.

2020-01-22

Come già detto, è scaricabile dal Play Store, e necessita di un cellulare che abbia un sistema Android 5.0 o superiore, un cavo USB, ed ovviamente un auto con cruscotto che sia compatibile ad Android Auto. Prima di tutto, bisognerà accertarsi di possedere questi requisiti, dopodiché si potrà scaricare l’app ufficiale di Android Auto dal Play Store dello smartphone. Una volta scaricata e aperta, vi potrebbe venir chiesto di scaricare o aggiornare alcune app, come ad esempio Google Maps. Seguite a questo punto tutti i passaggi mostrati per concedere ad Android Auto l’autorizzazione ad accedere alle funzioni e alle app del vostro smartphone. Accettate tutte le richieste di permessi, per far sì che Android Auto possa funzionare al meglio e che vi offri una migliore esperienza durante la vostra guida. A questo punto bisognerà accoppiare il telefono con il Bluetooth dell’auto, o comunque del supporto. Una volta fatta l’associazione, selezionare il dispositivo per attivare l’avvio automatico di Android Auto.

Un altro modo per portare Android Auto a bordo della vostra macchina è quello di ricorrere al collegamento tramite cavo USB. In questo caso basterà accendere il motore prima di collegare il telefono per la prima volta, e configurare così Android Auto. Accoppiare così lo smartphone all’auto tramite Bluetooth, che viene attivato automaticamente quando Android Auto viene collegato all’auto tramite USB.

Naturalmente, non tutte le app sono compatibili, ma Android Auto offre il supporto ad un numero sempre maggiore di applicazioni, e ad oggi, sono sicuramente più di un centinaio, tra cui le più popolari e utilizzate come Waze, Google Maps, Facebook Messenger, WhatsApp, Google Play Music, Spotify, e così via.