Cosa fare se un ordine su eBay non arriva

Cosa fare se un ordine su eBay non arriva

eBay Inc. è una piattaforma online di aste e vendite, lanciata il 3 settembre 1995 da Pierre Omidyar; nel 2001 eBay è arrivato in Italia, mentre nel 2002 si è realizzata la fusione con l’Istituto di credito PayPal. Si tratta di un market place, attraverso il quale gli utenti possono acquistare e vendere articoli, oggetti e prodotti usati o completamente nuovi. Le transazioni sono possibili in ogni momento della giornata, da qualsiasi postazione Internet e secondo differenti modalità. Inoltre, eBay permette “le vendite a prezzo fisso e a prezzo dinamico, comunemente definite come «aste online»”. PayPal, dal canto suo, elabora tutte le transazioni della piattaforma.

Nonostante l’affidabilità e l’autorevolezza di cui la piattaforma gode, può capitare che un ordine fatto su eBay non arrivi. E, allora, cosa fare? Non c’è da allarmarsi, perché entra in gioco la “Garanzia cliente eBay”, che tutela la maggior parte delle vendite effettuate sulla piattaforma. Attraverso questo strumento, i clienti possono avere un rimborso della cifra versata, qualora l’ordine su eBay non arriva oppure se presenta difetti, falle e non corrisponde alla descrizione. Inoltre, se un ordine su eBay non arriva sarà necessario seguire determinate procedure.

Per prima cosa, se un ordine su eBay non arriva, potrebbe essere ancora semplicemente in viaggio. Pertanto, basterà effettuare un controllo alle informazioni sulla consegna all’interno della Cronologia acquisti, prendendo visione della data di consegna prevista e dell’indirizzo di spedizione. Qualora si rilevino errori all’indirizzo di spedizione, sarebbe opportuno attivare un contatto con il venditore, selezionando la pagina che raccoglie le informazioni sulla consegna dell’ordine, chiedendo di bloccare ed annullare l’ordine effettuato. Se la richiesta ha esito positivo, il venditore rimetterà in vendita l’articolo e il cliente potrà effettuare un nuovo acquisto, inserendo questa volta il recapito giusto. Se, invece, l’ordine è già partito e l’indirizzo non è più modificabile, allora, sarà necessario andare a ritirare il pacco presso il recapito fornito.

Se, però, dando una scorsa alle informazioni di consegna ci si accorge che la data è già passata da un bel po’, allora, sarà bene informare il venditore. Il cliente ha 30 giorni di tempo dalla data prevista per il recapito dell’articolo per informare il venditore di non aver ricevuto l’oggetto. Dopo la comunicazione del mancato recapito, il venditore ha 3 giorni lavorativi per dare informazioni sulla consegna, proporre un’alternativa o corrispondere un rimborso adeguato. Tuttavia, è possibile segnalare il mancato recapito di un articolo ordinato su eBay anche attraverso il documento dedicato, denominato proprio “Il mio eBay”. Usando questa strategia, il cliente potrà controllare lo stato della richiesta in ogni momento.

Se, invece, il venditore decide di corrispondere un rimborso al cliente, avrà a disposizione 2 giorni lavorativi per il recapito dei soldi. Quando la cifra sarà rimborsata, il cliente riceverà una mail di conferma. I soldi saranno inviati sullo strumento di pagamento che il cliente indica; a questo punto, la quota sarà disponibile entro 3 – 5 giorni lavorativi. Qualora il rimborso venga inviato sulla carta di credito, dovranno trascorrere 30 giorni perché la quota venga accreditata sull’estratto conto.