Crypto e Calcio: Binance è il nuovo main sponsor della SS Lazio

Crypto e Calcio: Binance è il nuovo main sponsor della SS Lazio

Anche la SS Lazio lega il suo brand al settore delle criptovalute, grazie all’accordo raggiunto con Binance, che diventa il main sponsor della squadra di Claudio Lotito. In questo modo, pallone e criptovalute incrociano ancora una volta il loro destino. Infatti, prima della Lazio, già l’Inter aveva sottoscritto un accordo con la Socios e la Roma con Zytara Labs, ma sulla maglia appare il brand Digitalbits. Tuttavia, non si tratta delle uniche partnership di questo genere. Infatti, già tempo fa, i club italiani fecero un accordo con Socios per la promozione di un proprio “Fan Token”, senza dimenticare l’intesa tra il Milan e BitMEX, oppure tra la Juventus e Bitget per lo sponsor sulla manica.

Binance è una piattaforma di scambio di criptovalute, nata nel 2017. E, solo quattro anni dopo, nel  maggio 2021, Binance “è l’exchange di asset digitali più grande del mondo in termini di volume di scambi”. Questa piattaforma di scambio di criptovalute è stata progettata da Changpeng Zhao, conosciuto meglio come “CZ”, uno sviluppatore cinese che, prima, aveva già dato vita a Fusion System ed era stato membro della squadra Blockchain.com. Agli esordi, la sede di Binance era situata in Cina; in un secondo momento, invece, essa venne trasferita al di fuori del Paese, perché il governo cinese impose restrizioni importanti sulle criptovalute. Nonostante si tratti di una piattaforma relativamente “giovane”, Binance ha acquisito una leadership importante nel settore. Infatti, il suo operato include non solo l’attività di “exchange”, perché Binance rappresenta anche un “wallet di criptovalute”, “un servizio di trading”, “un’accademia di formazione, una fondazione di beneficenza e un fornitore di una propria criptovaluta (Binance Coin), un token che può essere utilizzato per pagare i servizi della piattaforma, ottenendo così uno sconto ed un’ulteriore possibilità di investimento”.

L’aspetto più innovativo ed interessante di Binance sta nel suo modo di espletare l’attività di “exchange”, l’ambito che realizza lo scambio delle criptovalute. Infatti, diversamente da altri competitor, la cui attività di scambio si basa sulla conversione di denaro in criptovalute e viceversa, Binance svolge una vera attività di scambio tra cripto e cripto. Questa modalità di fare attività di exchange consente a Binance di operare diversamente rispetto alla concorrenza. Ma questo diventa un punto di forza per l’azienda. Infatti, la realtà di Binance è cresciuta nel tempo, allargando il ventaglio dei servizi offerti agli utenti, perché questi possano godere di un maggior numero di funzionalità, fruendo direttamente del sito. Sito di Binance che, oggi, consente all’utente di: apprendere contenuti sull’argomento delle criptovalute; fare attività di “trading speculativo”; conservare le monete; conoscere nuove realtà nel settore.

E, proprio coloro che hanno creato le nuove realtà nel settore, “possono capitalizzare i loro progetti, creando delle criptovalute per gli investitori interessati e offrendole su Binance”. Inoltre, l’attività di exchange può riconoscere una ricompensa a qualche startup che ha mostrato meriti particolari. La ricompensa comprende l’inserimento dell’azienda “virtuosa” nel suo programma di incubazione. Durante questa fase, la startup riceve sostegno tecnologico ed economico, utili per dare il giusto avvio al progetto. E, con l’arrivo nel mondo del calcio, Binance potrebbe registrare un guadagno pari a 30 milioni di euro, segnando un ulteriore avvicinamento tra il pallone e il settore delle criptovalute.