È possibile vedere l’ultimo accesso di una persona su Signal?

È possibile vedere l’ultimo accesso di una persona su Signal?

04/02/2021 0 Di val3liv20

Grazie alla crittografia end-to-end e alle varie funzionalità che permettono di proteggere dati, messaggi e contatti, Signal si è posta negli ultimi mesi come la miglior alternativa a WhatsApp e Telegram. Il forte aumento dei download segnato negli ultimi mesi, si lega da una parte all’aggiornamento dei termini d’uso e dell’informativa sulla privacy 2021 di WhatsApp (da approvare entro l’8 febbraio) e, dall’altra, all’endorsement fornito su Twitter da Elon Musk che ha portato a convincere ben 7,5 milioni di utenti, in appena 5 giorni, a passare alla piattaforma. Nato nel 2013, Signal è un software di messaggistica istantanea gratuito e open source, che fa della sicurezza e dell’attenzione sulla privacy, le sue caratteristiche fondamentali. Gli unici dati che il servizio dichiara di conservare nei suoi server, sono quelli che indicano il momento in cui un utente decide di creare l’account e il suo ultimo accesso alla piattaforma. Tutto il resto (chat, posizione, foto del profilo, messaggi e file inviati), non viene ospitato all’interno dei suoi server. Disponibile per dispositivi mobili (Android e IOS), tablet e desktop (Windows, MacOS e distribuzioni Linux), consente di accedere ad una piattaforma molto simile alle altre già note, non appena terminato di eseguire il download dell’applicazione. La differenza consiste nel fatto che, all’accesso, integra un ulteriore PIN di sblocco che impedisce a terze parti di accedere alle chat. Inoltre, ammette una serie di funzioni che permettono di aumentare il livello di sicurezza, come quella che consente di impostare un timer (che va dai 5 secondi ad una settimana) per l’eliminazione automatica dei messaggi.

Il servizio dispone di vari algoritmi di cifratura come Curve25519, AES-256 e HMAC-SHA256, utilizzati per rendere cifrati messaggi, chiamate e videochiamate effettuate tra gli utenti. A tal proposito, trattandosi di un servizio estremamente attento alla privacy e alla sicurezza dei suoi utenti, se ti stai chiedendo se è possibile vedere l’ultimo accesso di una persona all’interno della piattaforma, devo dirti che (allo stato attuale), la risposta è negativa. Ad ogni modo, se hai intenzione di capire un po’ meglio come scaricare e utilizzare Signal, di seguito ti spiegherò come procedere in pochi semplici passi.

Android

  • Scarica Signal sul tuo dispositivo
  • Avvia l’app e clicca sul pulsante Continua
  • Nella schermata che si apre, premi per tre volte su Consenti
  • Nell’apposito campo di testo, inserisci il tuo numero di cellulare > Avanti
  • Immetti il codice di sei cifre che ti è stato inviato per SMS
  • Scrivi nome e cognome e fai click su Avanti
  • Nella nuova schermata, provvedi a creare un PIN di almeno 4 cifre che servirà a protezione delle tue chat
  • A questo punto, premi su Avanti
  • Infine, una volta reinserito il codice, clicca nuovamente su Avanti 

iPhone/iPad 

  • Scarica Signal sul tuo dispositivo
  • Avvia l’app e clicca sul pulsante Continua
  • Nella schermata che si apre, premi su Attiva le autorizzazioni > OK > Consenti
  • Nell’apposito campo di testo, inserisci il tuo numero di cellulare > Avanti
  • Immetti il codice di sei cifre che ti è stato inviato tramite SMS
  • Scrivi il tuo nome e cognome e fai click su Avanti
  • Nella nuova schermata, provvedi a creare un PIN di almeno 4 cifre che servirà a proteggere le tue chat
  • A questo punto, premi su Avanti
  • Infine, reinserisci il codice e clicca nuovamente su Avanti

Windows

  • Scarica Signal sul tuo computer
  • Una volta avviato il client del servizio, è necessario scansionare il codice QR: avvia l’app su Android o IOS/iPadOS e clicca sulla miniatura della tua foto profilo in alto a destra. Su Android, premi Dispositivi collegati > (+), su iPhone/iPadOS, seleziona Dispositivi associati > Associa nuovo dispositivo. A questo punto, inquadra il codice QR attraverso la fotocamera del telefono o del tablet
  • Fai clic su Collega dispositivo (Android) o Associa nuovo dispositivo (IOS, iPadOS)
  • Inserisci il nome e premi su Completa collegamento al telefono
  • Infine, attendi che venga portata a termine la sincronizzazione dell’account

MacOS

  • Vai sul sito web di Signal e clicca su Download for Mac
  • Apri il file .dmg e trascina l’icona di Signal nella cartella Applicazioni del tuo computer, quindi clicca due volte sulla voce Apri
  • Una volta avviato il client del servizio, dovrai scansionare il codice QR: avvia l’app su Android o IOS/iPadOS e clicca sulla miniatura della tua foto profilo in alto a destra. Su Android, premi Dispositivi collegati > (+), su iPhone/iPadOS, seleziona Dispositivi associati > Associa nuovo dispositivo. A questo punto, inquadra il codice QR attraverso la fotocamera del telefono o del tablet
  • Fai clic su Collega dispositivo (Android) o Associa nuovo dispositivo (IOS, iPadOS)
  • Inserisci il nome e premi su Completa collegamento al telefono
  • Infine, attendi che venga portata a termine la sincronizzazione dell’account

Una volta scaricata la piattaforma, non ci resta che scoprirne le funzionalità. L’app è semplice e intuitiva: permette di avviare chat individuali e di gruppo, scambiare contenuti multimediali come fotografie, GIF, audio, video o sticker, impostare messaggi a scomparsa e realizzare chiamate e videochiamate. In aggiunta (oltre a non rendere pubblico l’ultimo accesso), premendo sulla dicitura Privacy, è possibile disabilitare le notifiche di lettura (o spunte blu su WhatsApp) e l’indicatore che rende visibile a un contatto quando si sta scrivendo. Quest’ultima, è una delle opzioni più utili per chi non vuole essere infastidito quando si è online.

Leggi anche: