Elon Musk sta per aprire un’università privata in America

Elon Musk sta per aprire un’università privata in America

Senza alcun dubbio si può affermare che Elon Musk sia uno degli imprenditori più influenti degli ultimi anni. Il fondatore di Tesla, SpaceX e Neuralink ha spesso idee stravaganti ma geniali, come l’invenzione dei Dogecoin, ma adesso sta lavorando per aprire le porte al campo dell’istruzione. I suoi progetti non sono solitamente caratterizzati da dimensioni contenute come, ad esempio, fondare la prima colonia umana su Marte attraverso SpaceX, ridurre il surriscaldamento globale incentivando la produzione di veicoli a zero emissioni come quelli prodotti da Tesla, oppure cercare di portare Internet in tutto il mondo, specialmente in quelle zone che ancora non sono coperte dalla tradizionale copertura a banda larga. Nonostante le sue iniziative riguardano il futuro di molti e gli hanno permesso di incassare numerosi successi fino a renderlo, per un determinato periodo di tempo, l’uomo più ricco del mondo con un patrimonio stimato di 289 miliardi di dollari, sono numerose le critiche che gli vengono spesso rivolte. Spesso, Musk, è ritenuto inopportuno, specialmente in riferimento all’utilizzo di Twitter, poichè, secondo il parere di molti, attraverso i suoi tweet sarebbe in grado di condizionare l’andamento dei mercati finanziari come è successo per quello delle criptovalute. 

Lo scorso 29 ottobre è stato il giorno in cui, a seguito di un’importante dichiarazione da parte dell’imprenditore sud africano, si sono avviate numerose polemiche che hanno fatto molto discutere del miliardario sul web. Elon Musk ha dichiarato di voler fondare una nuova università in Texas dal nome Texas Institute of Technology & Science con la possibilità di pagare in Dogecoin, ma ciò che più ha indignato gli utenti è l’acronimo del nome scelto per l’istituto, ovvero TITS. Infatti, la denominazione scelta dall’imprenditore nella sua forma abbreviata TITS ricorda, in inglese, il nome gergale per intendere il seno di una donna, motivo per cui sono stati in molti a non apprezzare l’annuncio fatto via tweet che in pochissimo tempo ha ricevuto più di 222mila like e 23mila commenti; comunque, tale iniziativa per il momento sembra essere destinata ad un “merchandising epico”, definito così dall’imprenditore miliardario in persona. 

A riprova del fatto che tale ironia non è stata apprezzata da tutti, ci sono state diverse figure importanti del mondo tech che gli hanno rivolto delle critiche; tra queste vediamo Eric Wenger di CISCO che, non condividendo assolutamente il nome scelto per l’istituto, ha dichiarato: “Come azionista e cliente, questo è davvero un tentativo di umorismo sconcertante e deludente. Stiamo cercando di incoraggiare più donne a perseguire lauree e carriere tecnologiche. Non riesco a vedere come questo aiuti in alcun modo questo sforzo”.