Gli americani avvisano: state alla larga dai computer quantistici cinesi

Gli americani avvisano: state alla larga dai computer quantistici cinesi

Diversi colossi stanno lavorando per realizzare il miglior computer quantistico di sempre per essere i primi a metterlo in commercio e non solo, però, sono ancora in fase di sperimentazione. Tra coloro che fanno a gara per riuscire ad aggiudicarsi la vittoria, come Google ed Amazon, al momento il primo posto è occupato dalla Cina con il suo processore Zuchongzhi 1000 volte più veloce rispetto ad un computer normale.

Il governo degli Stati Uniti ha imposto restrizioni e sanzioni ad alcune organizzazioni cinesi di informatica quantistica, impedendo alle società americane di fare affari con loro se non in casi particolari ed espressamente consentiti. A tal proposito, il Dipartimento del Commercio degli Stati Uniti ha aggiunto 8 società tecnologiche cinesi alla Entity List, l’elenco di restrizioni commerciali pubblicato dal Bureau of Industry and Security, in quanto sospettate di sviluppare l’informatica quantistica con lo scopo di farla utilizzare dall’esercito cinese. L’Entity List comprende l’elenco delle aziende e delle persone con lui le società americane non possono fare affari. se non tramite la richiesta di una licenza speciale accompagnata da un esplicito permesso da parte del governo degli Stati Uniti che, però, generalmente non viene concesso. 

Secondo quanto affermato dal Dipartimento del Commercio degli Stati Uniti, le nuove sanzioni sono state necessarie e fanno parte dei suoi “sforzi per impedire che le tecnologie emergenti statunitensi vengano utilizzate per gli sforzi di calcolo quantistico [della Repubblica popolare cinese] che supportano le applicazioni militari, come le applicazioni controsommergibili e stealth, e la capacità di violare la crittografia o sviluppare una crittografia indistruttibile”. Il Dipartimento del Commercio, inoltre, ha dichiarato che “limiterà anche le esportazioni ai produttori di elettronica della RPC che sostengono gli sforzi di modernizzazione militare dell’Esercito Popolare di Liberazione” ed ha spiegato il perché di tale iniziativa affermando che “sedici entità e individui che operano nella Repubblica popolare cinese e in Pakistan sono stati aggiunti all’elenco delle entità in base ai loro contributi alle attività nucleari non salvaguardate del Pakistan o al programma di missili balistici”.

Questi avvenimenti sembrano rappresentare un altro punto di svolta nella guerra fredda tecnologica tra gli Stati Uniti e la Cina; quest’ultima, dopo l’annuncio delle sanzioni, ha risposto dicendo che gli Stati Uniti “usano il concetto onnicomprensivo di sicurezza nazionale e abusano del potere statale per sopprimere e limitare le imprese cinesi con tutti i mezzi possibili”. Comunque, la Cina sta facendo passi da gigante nella corsa agli armamenti quantistici e gli USA stanno spendendo miliardi di dollari per recuperare il ritardo.