Gli utenti di YouTube spendono un quarto del loro tempo ad ascoltare musica

Gli utenti di YouTube spendono un quarto del loro tempo ad ascoltare musica

È difficile immaginarsi una vita senza musica. Ormai è parte integrante delle nostre giornate e ci accompagna sempre sia nei momenti tristi che in quelli felici. La possibilità di ascoltare musica in streaming è stata una vera e propria rivoluzione per la fruizione di questo tipo di contenuti. Ora puoi ascoltare qualsiasi brano quando e dove vuoi, basta avere una connessione ad internet oppure aver già scaricato i tuoi brani preferiti. 

Secondo uno studio di Kantar e ComScore per Google, la piattaforma migliore per scoprire nuova musica, artisti e generi è YouTube, soprattutto grazie al vastissimo catalogo musicale di cui dispone. Ciò che invoglia gli utenti a preferire questo servizio rispetto ad altri, oltre alla varietà del catalogo musicale e al fatto che non sia a pagamento (a meno che non si vogliano ampliare le funzioni della piattaforma), è la comodità. 

La maggior parte delle persone italiane afferma di ascoltare musica da casa ed il 49% degli utenti ha dichiarato di guardare spesso lo schermo mentre ascolta la musica. Ciò significa che l’azione primaria diventa guardare il video musicale, mentre l’azione secondaria diventa l’ascolto passivo del brano correlato al video. 

In aggiunta a tutto questo, gli utenti hanno anche la possibilità di commentare i video nelle apposite sezioni, scambiarsi consigli e pareri e sentirsi coinvolti all’interno di una community che è in continua crescita. Per quanto YouTube sia in grado di offrire una varietà di contenuti, anche molto diversi tra loro, sembra che tutto ciò che riguarda il panorama musicale sia il pilastro su cui si basa l’attività di questa piattaforma. 

Secondo Robert Kyncl, CBO (Chief Business Officer) di Youtube, il 25% dell’ammontare complessivo delle ore passate a visualizzare contenuti, registrato sulla piattaforma, riguarda proprio la musica. Questo vuol dire che un quarto dei contenuti erogati che riguarda video di concerti, band, artisti musicali e così via, intrattiene i consumatori per 250 milioni di ore in media al giorno.

Youtube nel 2015 ha deciso di mettere a disposizione un servizio a pagamento, cioè YouTube Music, per i più appassionati che negli ultimi anni sono aumentati sempre più. Infatti, contro i 30 milioni di utenti registrati nell’ottobre del 2020, a settembre 2021 sono stati annunciati più di 50 milioni di abbonati, arrivando quasi a raddoppiare le sottoscrizioni nel giro di un anno. 

Al momento ci sono ancora dei problemi per il servizio a pagamento, ma la storia dimostra quanto YouTube funzioni ancora, nonostante ci siano diverse alternative per ascoltare musica gratis online