In arrivo la supercar McLaren ibrida

In arrivo la supercar McLaren ibrida

18/11/2020 0 Di miriampaterna

È arrivato finalmente l’annuncio che tutti gli appassionati di auto aspettavano: la McLaren ha divulgato più dettagli riguardo la sua nuova auto ibrida che uscirà nella prima metà del 2021

Nel dettaglio, si parla di un debutto nella prima metà del 2021, a partire dal quale sarà in strada però non prima della seconda metà dello stesso anno.

A Woking si lavora senza sosta per il nuovo modello e, nonostante non siano usciti ancora tutti i dettagli tecnici, la McLaren ci ha già fornito comunque un’anteprima della sua nuova supercar ibrida. Queste nuove immagini del design dei brevetti ci hanno dato infatti un’idea ancor più chiara di quella che avevamo dai soli prototipi mimetizzati nei teaser ufficiali e nelle foto spia che avevamo inizialmente.

Spunti di design dalla McLaren 720S e dalla McLaren GT

I progetti brevettati confermano innanzitutto che la nuova ibrida ad alte prestazioni prenderà spunto dai design della McLaren 720S e dalla McLaren GT: il design dei fari infatti ricorda la prima, mentre i fanali posteriori ricordano la seconda.

E non si tratta infatti di uno spunto casuale, poiché è stato confermato dalla McLaren stessa che la nuova supercar ibrida si inserirà tra la 720S e la GT. 

Se volessimo cercare altre ispirazioni, un altro spunto sembra essere stato preso anche dalla 570S, i cui archi rampanti ricordano quelli della nuova supercar. 

Oltre a questi spunti, il design mostra altre caratteristiche davvero interessanti, quali grandi prese d’aria sul paraurti anteriore, una griglia a rete sul cruscotto posteriore, una copertura del motore ventilata ed un doppio sistema di scarico centrale.

Sistema ibrido plug-in

La nuova supercar McLaren ibrida, come abbiamo già anticipato, sarà caratterizzata da un sistema ibrido plug-in, accoppiato ad un’unità V6 con doppio turbocompressore.

Lo svantaggio di un sistema ibrido plug-in come questo, in teoria, sarebbe un ipotetico aumento di peso, dovuto alla complessità della batteria e del gruppo propulsore. Tuttavia Mike Flewitt, il capo della McLaren, sembra aver già ovviato anche a questo “problema”: il suo progetto infatti prevede infatti di mostrare un ibrido di soli 30-40 kg in più rispetto ad un’auto alimentata a motore endotermico.

Per mantenere basso il peso, verrà infatti utilizzata una nuova Carbon Lightweight Architecture (MCLA) al posto di quella in fibra di carbonio del 2015.

Caratteristiche tecniche finora rivelate

Le caratteristiche specifiche della prestazioni esatte della nuova McLaren ibrida sono ancora misteriose, ma finora possiamo comunque dire che l’aggiunta dell’assistenza elettrica dovrebbe rendere l’HPH più potente del 570S.

Poiché sarà posizionato al di sotto della 720S, possiamo fortemente immaginare che la nuova serie ibrida Sports abbia a disposizione 600 CV circa, con una coppia molto elevata disponibile già a bassi regimi, grazie al supporto elettrico. Pensiamo inoltre che possa avere un’autonomia di guida completamente elettrica di circa 20 miglia, circa 32 km.

Inoltre, mentre la 570S è alimentata da un motore V8 biturbo, l’High-Performance Hybrid sarà la prima McLaren con motore V6. In conclusione, possiamo sicuramente affermare che questo nuovo motore, con doppio turbocompressore abbinato ad un sistema ibrido plug-in sarà davvero in grado di offrire “livelli sorprendenti di prestazioni ed un’esperienza di guida straordinariamente intensa”, come affermato dalla casa di Woking stessa.

Leggi anche: