La Apple fa sul serio con la sua Apple Car

La Apple fa sul serio con la sua Apple Car

Apple continua a lavorare alla progettazione delle prima auto elettrica, la Apple Car, ma le difficoltà sono ancora molte, poiché la ricerca di una casa automobilistica disposta a collaborare allo sviluppo del progetto non è andata ancora a buon fine.

Il viaggio che, recentemente, da Cupertino ha portato in Giappone i rappresentanti del colosso statunitense non ha prodotto i frutti sperati. I rappresentati di Apple hanno cercato un primo dialogo con le case automobilistiche nipponiche, interagendo soprattutto con la Toyota; non avendo soddisfatto le aspettative di partenza, l’azienda californiana sembrerebbe abbia optato per un cambio di strategia, decidendo per uno sviluppo autonomo, senza chiedere l’appoggio di nessuna casa nel mondo.

Ma, con il trascorrere dei giorni, sembra che Apple ci abbia ripensato. Infatti, dalla Corea è giunto un rapporto, secondo il quale sembra che il team di Cupertino abbia deciso di collaborare con una casa automobilistica che vanta già una pregressa esperienza nel comparto delle macchine elettriche, decidendo di competere in solitudine. E, voci provenienti ancora dalla Corea, hanno annunciato che Apple ha istituito un proprio centro di ricerca, grazie al quale realizzare e sviluppare tutte le risorse utili per progettare e lanciare sul mercato la prima vettura elettrica a guida autonoma.

Nonostante le difficoltà incontrate nel reperire un partner nel settore automobilistico, alcuni rumor hanno diffuso la voce, secondo la quale “Project Titan” (questo il nome in codice della Apple Car in via di sviluppo) potrebbe essere lanciata sul mercato 2024. Ai più esperti del comparto, la previsione appare fin troppo ottimistica, perché si tratta di una data troppo vicina nel tempo per consentire ad un marchio non del settore di sviluppare, autonomamente e nel breve periodo, una macchina elettrica. Ma, nuove fonti hanno avanzato l’ipotesi secondo la quale da Cupertino stiano sviluppando una nuova “batteria con un design monocella”, realizzata in fosfato di ferro e litio e non con celle agli ioni di litio.

Che il lavoro nelle segrete stanze della California continui senza sosta, non ci sono dubbi. Infatti, nelle ultime settimane, la squadra Apple si è arricchita della presenza di due ingegneri che, in precedenza, lavoravano in Mercedes. Uno dei due è Anton Uselmann che, nella sua precedente esperienza presso la casa tedesca, si occupava dello sviluppo del sistema di guida dei veicoli, concentrandosi sulla “produzione di massa, sterzo, dinamica e progetti”. Al momento, invece, Uselmann è diventato Product Design Engineer Apple, ruolo che aveva già occupato in Porsche. Sul secondo ingegnere, invece, non si hanno notizie.

Da Cupertino, però, il progetto Apple Car continua con la volontà, da parte del colosso californiano, di cimentarsi nel settore dell’automotive.