Le priorità di Youtube nel 2022: sostegno ai Creators, NFT, novità Shorts…

Le priorità di Youtube nel 2022: sostegno ai Creators, NFT, novità Shorts…

26/01/2022 0 By fogliotiziana

In un post sul blog, Susan Wojcicki, CEO di YouTube ha preso la parola per annunciare le priorità della piattaforma per il 2022. Un modo per riaffermare il proprio impegno nei confronti dei creator di contenuti.

Tra le aree su cui concentrarsi quest’anno, YouTube intende dare ancora più controllo ai creator, fornendo loro maggiori dettagli e informazioni per meglio comprendere le questioni di violazioni della politica di Youtube. Ciò che la piattaforma ha iniziato a fare è stato lanciare una funzionalità per verificare in anticipo se un video non comporti problemi legati al diritto d’autore, in particolare, prima della pubblicazione.

Un’altra priorità proposta da YouTube: la tutela dei creatori. Ciò comporta in particolare la rimozione del contatore dei Non mi piace sotto i video, modifica intrapresa dalla piattaforma nel novembre 2021. Su questo argomento parla il CEO di YouTube: “Dopo aver esaminato i risultati da tutte le angolazioni, non abbiamo riscontrato differenze significative nel numero di spettatori, indipendentemente dal fatto che il numero di Non mi piace sia stato mostrato pubblicamente o meno. E, soprattutto, il numero di attacchi mirati è diminuito“. D’altra parte, la piattaforma afferma di affrontare la disinformazione e i contenuti dannosi dilaganti e ne fa una priorità assoluta.

Come ha aggiunto Susan Wojcicki: “Ci sforziamo di ridurre, nelle raccomandazioni, i contenuti che si avvicinano ai limiti della nostra politica senza superarli. Miriamo a mantenere le visualizzazioni di tali contenuti dannosi al di sotto dello 0,5% delle visualizzazioni su YouTube. Riteniamo inoltre importante lavorare per portare al pubblico informazioni provenienti da fonti autorevoli su argomenti importanti come notizie e salute“.

YouTube punta anche a diverse innovazioni: nuove funzionalità per il suo formato video corto, gli Shorts, che ha raggiunto 5 trilioni di visualizzazioni nel 2021, ma anche un lancio negli NFT (Non-Fungible Tokens). La piattaforma prevede quindi:

  • Shorts: YouTube intende implementare nuove funzionalità per il suo formato video breve, comprese le opzioni per il remix dei contenuti. La piattaforma, che già consente ai creator di generare entrate tramite Shorts, afferma che sta testando nuove opzioni per la pubblicazione di contenuti tramite BrandConnect, il programma di YouTube che collega creatori e marchi.
  • Shopping: la piattaforma vuole consentire ai marchi di essere taggati all’interno dei video di Shorts. Susan Wojcicki afferma che YouTube sta attualmente testando diversi modi per integrare gli acquisti nel suo formato video breve.
  • NFT: YouTube mostra il suo interesse per i token non fungibili, un fenomeno che sta prendendo sempre più piede.

Susan Wojcicki sottolinea: “Nell’ultimo anno, il mondo delle criptovalute, degli NFT e persino delle organizzazioni autonome decentralizzate (DAO, Decentralized Organizzazioni Autonome) ha portato alla luce un’opportunità prima inimmaginabile per far crescere la connessione tra i creator e i loro fan. Cerchiamo sempre di far crescere l’ecosistema di YouTube per aiutare i creatori a sfruttare le tecnologie emergenti, incluse cose come gli NFT, continuando a rafforzare e migliorare l’esperienza dei creator e dei fan su YouTube“.