Maxi multa da 30 milioni di dollari allo youtuber americano che promuoveva la pirateria online

Maxi multa da 30 milioni di dollari allo youtuber americano che promuoveva la pirateria online

Omi in a Hellcat, nome d’arte di Bill Omar Carrasquillo, è stato fermato e arrestato dall’FBI, accusato di essere complice di uno dei più noti circuiti di pirateria, oltre che di “cospirazione per violazione di copyright, evasione fiscale e frode“. Carrasquillo è un famoso youtuber, ha 34 anni, vive in New Jersey, il suo canale YouTube conta oltre 800.000 iscritti. E vanta anche una collezione di auto di lusso non indifferente.

Qualche giorno fa, Carrasquillo ed i suoi compagni, Jesse Gonzales, 42enne che vive a Pico Rivera (California), e Michael Barone, 36enne di Richmond Hill (New York), sono finiti sotto il mirino della polizia del posto. E, dal fascicolo redatto dall’accusa, 69 pagine e 62 conteggi, emergerebbero le prove del coinvolgimento dei tre “soci” nella gestione di un servizio di streaming illegale, per un periodo che sarebbe andato dal 2016 al 2019, coperti da nomi di fantasia: Reboot, Gears TV, Reloaded e Gears Reloaded. Soprassedendo sulla denominazione, il sito streaming illegale concedeva a tutti gli abbonati un accesso incontrollato ed indisturbato ai contenuti afferenti a canali quali HBO, Comcast, Verizon FiOS, DirectTV, oltre che ad altri, a tariffe irrisorie (soli 15 dollari al mese). Allo stesso tempo, i soci si dividevano gli utili, circa 30 milioni di dollari, che incassavano grazie alla sottoscrizione degli abbonamenti. Lo youtuber americano Omi in a Hellcat e i compagni, poi, avrebbero cercato di occultare questi soldi, suddividendo gli abbondanti ricavi tra differenti applicazioni e conti bancari.

Lo youtuber Carrasquillo, in arte Omi in a Hellcat, ha mandato in onda in streaming il suo arresto, affermando “di aver pagato le quote di tutti gli abbonamenti dei servizi i cui contenuti trasmetteva ai suoi abbonati”. In seguito alla misura detentiva, l’FBI ha proceduto con la perquisizione della casa dello youtuber americano Omi in a Hellcat; e, nel corso dell’azione, gli agenti federali hanno rinvenuto beni per 35 milioni di dollari, insieme a 57 auto di lusso. Dal canto suo, Omi in a Hellcat si dice “non completamente innocente”, seppur abbia ammesso che il suo agire è stato solo in buona fede, senza la volontà di frodare o commettere un reato. Però, ammettendo egli stesso che “l’ignoranza non è una scusa“, ha aggiunto: “Ho trovato una scappatoia, l’ho usata e ho fatto benissimo. Ci sono altri colleghi nella stessa attività in cui lavoravo, e non hanno mai avuto problemi con l’FBI“. Alla luce di questa ammissione di colpevolezza, Omi in a Hellcat ha salutato i suoi follower, dicendo: “Mi prenderò una pausa di un paio d’anni, andrò in galera per questo“.