MGM tra Netflix e Apple TV +

MGM tra Netflix e Apple TV +

La Metro Goldwyn Mayer, anche conosciuta con la sigla MGM, è una storica compagnia privata di cineproduzione statunitense, rappresentata dal famosissimo logo del leone che ringhia. Quest’ultima è famosa soprattutto per la produzione del cartone animato Tom & Jerry, i primi film di James Bond 007, il primo Indiana Jones, Rocky e la trilogia de Lo Hobbit.

La MGM, fondata negli anni Venti dello scorso secolo, ha avuto un periodo di grandi successi fino agli anni Sessanta. Ad un certo punto, però, sono iniziati i problemi economici dopo una serie di acquisizioni fallimentari. Al momento la compagnia si trova sotto la guida di un gruppo di investitori guidati dalla Sony, partner principale per la produzione di film e serie tv. Ora, però, MGM sta valutando nelle ultime settimane di mettersi in vendita, e Apple e Netflix, colossi dello streaming online di film e serie tv, non si sono certo tirate indietro di fronte a questa notizia. Secondo alcune fonti di CNBC, infatti, ci sarebbero già stati i primi colloqui preliminari con entrambe le società che, a quanto pare, vorrebbero acquisire la compagnia di produzione cinematografica statunitense, sia per la sua ampia libreria, che per i franchise di cui detiene i diritti.

Questo, in effetti, sarebbe un momento più che buono per offrirsi al mercato, vista la cosiddetta “guerra dello streaming”, che sta portando alla creazione di pochi supergruppi che cercano di raggruppare sotto di loro una quantità di contenuti più alta possibile, con lo scopo di attrarre nuovi utenti, ma soprattutto per tenersi fedeli gli abbonati. Un esempio di grande ambizione è stata, per esempio, la Disney che, entrata anch’essa nel mondo dello streaming online con Disney +, ha comprato la LucasFilm, riuscendo così ad acquisire tutti i diritti su Star Wars e tutti i film della Marvel, e la Fox, con la quale si è aggiudicata i Griffin, X-Men e tanti altri film.

In questa guerra allo streaming, che sta portando sempre più società a cercare di acquisire continuamente license di film e serie tv di altre case, MGM sarebbe il colpo più grosso che una piattaforma streaming potrebbe fare. Infatti, quest’ultima ha prodotto il primo film nel 1924, quindi si pensi bene a quanti titoli possa presentare la sua libreria. Per Apple, entrata da poco nel mondo dello streaming online grazie alla sua piattaforma Apple TV+, e Netflix, concentrata a ridimensionare la portata dell’arrivo di un’altra piattaforma, quella della Disney, l’acquisizione quindi di questa casa di produzione cinematografica comporterebbe una mossa molto importante, poiché consentirebbe ad uno dei due colossi di ampliare, e non di poco, la propria libreria di contenuti disponibili per gli abbonati. Soprattutto per Netflix, la cui libreria di film ultimamente ha cominciato a scarseggiare.

Nonostante la MGM non sia minimamente paragonabile a ciò che è stata in passato, il suo valore commerciale ammonterebbe all’incirca a 10 miliardi di dollari e, secondo CNBC, la casa di produzione cinematografica statunitense ha appena cominciato a tastare il terreno in cerca di possibili compratori, per cui, per ora, le trattative tra questa e le due piattaforme streaming starebbero solo all’inizio. Quindi non resta che aspettare per saperne di più su ulteriori sviluppi.

Leggi anche: