Modalità di Guida sostituisce Google Android Auto su Google Mappe

Modalità di Guida sostituisce Google Android Auto su Google Mappe

06/10/2021 0 By Redazione

Guidate con lo smartphone attaccato al bocchettone della ventilazione collegandolo, via Bluetooth, al più economico dei vivavoce? O per caso avete una vettura con l’ultimo sistema di infotainment integrato? Bene, indipendentemente dal tipo di auto che possedete, se il vostro smartphone è aggiornato ad Android 12, con la nuova Modalità di Guida assistita di Google Maps vi aiuterà ad orientarvi, tenervi in contatto e ascoltare la vostra musica preferita senza dover staccare le mani dal volante e gli occhi dalla strada. Annunciata già nel 2019 con l’intento di sostituire Android Auto sugli smartphone la modalità di guida assistita doveva essere già lanciata all’inizio di questa estate ma è stata ancora ritardata anche per essere maggiormente aderente ai desideri degli utenti che avevano fornito i feedback. E oggi è realtà anche in Italia dove gli utenti potranno semplicemente dire “Ok Google, guidiamo” (oltre ad altri comandi vocali simili) per attivare immediatamente una schermata completa in grado di fornirci tutto quello di cui abbiamo bisogno per guidare senza distrazioni.

La schermata di Guida Assistita

Ed è proprio la schermata iniziale la prima e grossa novità che l’utente vedrà sul proprio smartphone. Nella parte superiore dello schermo c’è un’immagine di copertina di una mappa finta con il logo dell’assistente nell’angolo e la scritta “Non sto guidando” per uscire. Naturalmente se abbia in corso un viaggio programmato vedremo la mappa completa delle varie indicazioni stradali e del traffico altrimenti possiamo usare la ricerca per avere una videata con le destinazioni recenti, la scorciatoia per le mappe e i comandi vocali. Una parte importante poi riguarda la messaggistica e le chiamate tutte funzioni attivabili con i comandi vocali. Basterà dare il comando “​​Hey Google, attiva la lettura automatica” per ascoltare i nuovi messaggi letti ad alta voce non appena arrivano e per rispondere a voce. E sempre con i comandi vocali, direttamente dalla modalità di guida, potremo effettuare una chiamata, ascoltare la nostra musica preferita e le notizie che ci interessano.

I profili e le App

Una interessante funzione, annunciata da Google nel suo blog, riguarda i profili di lavoro che consentiranno di visualizzare le prossime riunioni di lavoro con i relativi percorsi e i relativi messaggi sul display della nostra auto con una integrazione completa della App di cui abbiamo bisogno. Pensiamo, per esempio, ai rifornimenti con la possibilità di ricercare la stazione di servizio con i prezzi più economici o ottenere, in caso di veicoli elettrici, la disponibilità di punti di ricarica con le informazioni relative ai tempi, costi, tipologia delle prese e relativa disponibilità con il semplice comando vocale “Ok Google, trovami una stazione di ricarica”. In fondo passare da una interfaccia che, comunque, richiede un tocco e una nuova interfaccia pensata per i comandi vocali sarà sicuramente un passo avanti per la sicurezza alla guida. Come diceva un vecchio spot “Mani ben salde sul manubrio e occhi alla strada”. La prudenza dobbiamo mettercela noi.