Molestie su Tinder: nuove patch di sicurezza

Molestie su Tinder: nuove patch di sicurezza

Tinder è la nota app per incontri fondata nel 2012 che cerca di facilitare la comunicazione tra gli utenti interessati a fare nuove conoscenze. Sappiamo che conoscere persone direttamente online a volte può comportare delle situazioni spiacevoli, motivo per cui Tinder ha deciso di aumentare i propri standard di sicurezza inserendo due nuove feature per prevenire le molestie sull’app e fornire un grado più elevato di tutela nei confronti dei suoi utenti. 

Le due nuove funzionalità di cui stiamo parlando sono Questo messaggio ti infastidisce?” e “Vuoi ripensarci? e si inseriscono alla lista delle opzioni già presenti sulla piattaforma che mirano a far sentire, appunto, gli utenti più sicuri mentre fanno nuove conoscenze online. Ma vediamole più nel dettaglio.

La funzione Questo messaggio ti infastidisce? si attiva e fornisce un supporto agli utenti di Tinder nel momento in cui viene rilevato un linguaggio molesto all’interno di un messaggio ricevuto; il tutto è possibile grazie all’intelligenza artificiale che riesce ad individuare autonomamente quali sono i messaggi con contenuto molesto, anche grazie ai feedback degli utenti. Una volta visualizzato l’avvertimento di Tinder l’utente può ignorarlo, oppure rispondere “si” e proseguire con la segnalazione del comportamento inopportuno della persona che lo ha provato a contattare. Questa nuova funzionalità, in una prima fase di test, ha mostrato un aumento quasi del 50% delle segnalazioni effettuate per messaggi ritenuti inadeguati; questo fa capire che gli iscritti si sentono maggiormente autorizzati, ma soprattutto supportati, nel segnalare i comportamenti di altri utenti non appropriati.

Per quanto riguarda, invece, la seconda funzionalità introdotta sulla piattaforma Vuoi ripensarci? questa funziona in modo molto simile alla precedente. Ciò che cambia è che, in questo caso, la notifica di controllo da parte di Tinder non verrà mandata al destinatario ma al mittente; dunque, quest’opzione riguarda chi sta per inviare un messaggio. Anche qui viene messa in gioco l’esperienza dell’intelligenza artificiale che rileva in automatico quando un mittente sta scrivendo un messaggio con un linguaggio inappropriato e cerca di intervenire per cercare di avvertire colui che sta scrivendo che le sue parole potrebbero risultare offensive. In questo modo, la persona avrà la possibilità di pensare più di una volta al contenuto da voler inviare e fare più attenzione a ciò che scrive. Grazie a questa funzione Tinder ha registrato un calo del 10% dell’uso del linguaggio inappropriato

Clicca qui per ricevere consigli utili su come utilizzare al meglio Tinder e presentarsi ad un nuovo match!