Pagespeed Insight

Pagespeed Insight

23/04/2021 0 Di miriampaterna

Viviamo in un mondo che si interfaccia in continuazione con la tecnologia. Ogni strumento digitale che possediamo ci permette di interfacciarci con un un universo teoricamente infinito chiamato Internet. Esistono moltissimo modi per interfacciarci con il web: possiamo utilizzarlo per inviare messaggi su Whatsapp, per postare una foto su Instagram, guardare un video su Youtube, ma sicuramente l’utilizzo più generico è la semplice navigazione su pagine web. E, sorprendentemente, un dato di fatto che possiamo certamente constatare è che negli ultimi anni la velocità di navigazione è aumentata drasticamente: attualmente è disponibile sul mercato la tecnologia 5G, che permette velocità di download e di upload e latenze impressionanti, comparabili quasi ad una linea in fibra ottica. Ovviamente tutta questa velocità deve essere corrisposta anche dalla reattività dello strumento che abbiamo alla mano: è inutile avere l’internet più veloce al mondo se poi non riusciamo a spacchettare ed utilizzare tutta questa mole di dati in un tempo paragonabile. 

Lato hardware: sviluppo e progressi delle tecnologie di trasmissione

Negli ultimi anni, infatti, la corsa di sviluppo di tecnologie di trasmissione di segnale sempre più veloce è stata sempre accompagnata dallo sviluppo di strumenti di navigazione sempre più all’avanguardia. Ogni anno vengono messi in commercio nuovi telefoni cellulari o computer sempre più veloci e innovativi, che vanno a rimpiazzare quelli degli anni precedenti. Quante volte abbiamo sentito la Apple che annuncia il suo nuovo telefono come “il più veloce di sempre”. Questa necessità di miglioramento è dettata sì da un’offerta commerciale che promette sempre un motivo valido per l’upgrade delle proprie apparecchiature, ma anche dalla nostra voglia di avere un’esperienza più fluida e pulita possibile. Per questo motivo non viene aumentata solo la velocità di internet, ma anche la fluidità dello schermo, la velocità del processore o la quantità di RAM disponibile.

Lato software: da cosa dipende la velocità di navigazione di Internet

Ma le migliorie tecniche non possono essere attribuite solo al lato hardware, cioè delle componenti fisiche. Anche il lato software deve seguire di pari passo la capacità computazionale e di trasmissione dati sempre maggiore. 

Possiamo suddividere questa categoria in ulteriori tre sotto categorie: il sistema operativo, l’applicazione e la singola pagina. Queste tre componenti sommano i propri tempi di reazione a un input di dati per restituire il tempo totale che dovremo attendere. Per questo motivo è necessario che siano tutte e tre ottimizzate al massimo per poter sfruttare appunto le migliorie hardware disponibili. Il sistema operativo dovrà essere aggiornato all’ultima versione, così come l’applicazione che utilizziamo. Nel caso della navigazione sul web quest’ultima corrisponde al nostro browser.  

Pagespeed insight: come calcolare la velocità di una pagina

Al giorno d’oggi quindi anche gli sviluppatori di pagine web devono essere a conoscenza di tecniche e metodi che gli permettono di creare pagine reattive con tempi di risposta minimi.

Google offre un servizio, Pagespeed Insight, che permette di calcolare quanto una pagina web sia effettivamente “veloce” e adeguata ad esistere in tutto l’ecosistema internet odierno. Non solo: una volta ottenuto il punteggio PageSpeed, possono essere molto utili anche i suggerimenti di questo strumento di Google per rendere il proprio sito web più veloce, oppure eseguire i moduli PageSpeed open source sul proprio server Apache o Nginx per riscrivere e ottimizzare automaticamente le risorse del proprio sito web. L’infrastruttura di Google può essere sfruttata anche nell’utilizzo del suo Google Public DNS, per migliorare ulteriormente la sicurezza e la velocità della propria esperienza di navigazione o anche nel download delle sue librerie open source più diffuse, per accelerare ancor più il proprio sito.Se siete sviluppatori e volete informarvi meglio su questo argomento potete cliccare su questo link e accedere a tutti i servizi di analisi e ottimizzazione delle pagine web offerte dal colosso Google.

Leggi anche: