Pc Windows lento: cosa fare per migliorare le prestazioni

Pc Windows lento: cosa fare per migliorare le prestazioni

22/12/2021 0 By Redazione

Ci risiamo, dopo aver fatto una installazione “pulita” di Windows, dopo qualche settimana, il PC inizia a rallentare e scadere di prestazioni. Prima di maledire questo o quello cerchiamo di capire quali sono i comportamenti corretti che come utenti possiamo adottare per evitare che ciò accada e come, eventualmente, possiamo porvi rimedio. Partiamo da un concetto fondamentale: l’hardware del nostro PC ha dei limiti fisici dati dalla velocità e dalla potenza del processore (la CPU), dalla quantità di memoria installata, dalla velocità e dalla capienza del disco rigido, dalla velocità della scheda di rete e dalla potenza della scheda video. Il funzionamento e le prestazioni di queste risorse è assicurato da una serie di programmi, i driver, che sono sempre in esecuzione. Ci sono poi una serie di programmi che vendono eseguiti automaticamente, impegnando risorse del nostro PC, e che contribuiscono a rallentare le prestazioni. Senza intervenire cambiando schede o componenti vari, cerchiamo di capire cosa fare per migliorare le prestazioni del nostro PC.

Miglioriamo le prestazioni dell’Hardware

Per migliorare le prestazioni dell’hardware è indispensabile che Windows e tutti i driver siano aggiornati. La prima cosa da fare, quindi, è verificare, con Windows Update (Impostazioni, Aggiornamento e sicurezza, Windows Update) se ci sono aggiornamenti disponibili per il Sistema operativo e per i driver. Prendiamo l’abitudine di fare quest’operazione periodicamente, almeno una volta a settimana, senza aspettare che il sistema ci avverta. Controlliamo se lo spazio sul disco e sufficiente ed eventualmente eliminiamo i file inutili. Windows ci mette a disposizione uno strumento, il sensore memoria, che possiamo attivare da Impostazioni, Sistema, Archiviazione, che si preoccuperà di eliminare i file inutili periodicamente. Disinstalliamo anche le applicazioni che non utilizziamo o quelle obsolete installate da vecchie versioni di Windows. L’interfaccia grafica di Windows include moltissimi effetti visivi gradevoli che, purtroppo, possono incidere sulla velocità del nostro PC. Di solito è il sistema operativo che decide, di volta in volta, quali effetti utilizzare ma, specie con PC con poca memoria, è opportuno modificare questa impostazione. Per farlo basta digitare nella casella di ricerca “prestazioni” e selezionare la voce “Modifica l’aspetto e le prestazioni di Windows”. Nella scheda selezioneremo “regola in modo da ottenere le prestazioni migliori” e cliccheremo su “Applica”.

Parliamo di software

Alcuni semplici accorgimenti ci consentiranno di migliorare ulteriormente le prestazioni del nostro PC Windows. Uno di questi è utilizzare un software che consente di utilizzare una porzione di spazio del disco rigido come memoria aggiuntiva. Per farlo dovremo cercare nel pannello di controllo “Visualizza impostazioni di sistema avanzate” e selezionare il pulsante “impostazioni” nell’area “prestazioni”. Selezioniamo la scheda Avanzate q quindi facciamo click sul pulsante “cambia” nell’area “Memoria virtuale”.  Controlliamo che per tutte le unità disco presenti sia abilitata l’opzione “Dimensioni gestite dal sistema”. Dopo aver cliccato “Ok” e, successivamente “Applica” il sistema potrebbe chiederci il riavvio. Ricordiamo, infine, che Windows potrebbe avviare, automaticamente, molti programmi che, di fatto, non utilizziamo ma che, comunque, consumano risorse. Per esempio Skype, che certamente abbiamo installato anche sullo smartphone, impegna, senza nessuna conversazione attiva, circa 105 MB. Utilizzando “Gestione Attività” raggiungibile cliccando con il tasto destro in un’area libera della barra delle applicazioni potremo vedere quali programmi sono in esecuzione e quante risorse impegnano eliminando, dalla scheda “Avvio” quelli che non utilizziamo normalmente. In questo modo potremo risparmiare anche il 10% di memoria e ridurre il carico sulla CPU e vedere accelerate le prestazioni del nostro PC.