Perché Google riscrive più del 60% dei tag Title?

Perché Google riscrive più del 60% dei tag Title?

01/02/2022 0 By fogliotiziana

Uno studio condotto da Zyppy ha preso in esame più di 80.000 tag Title su più di 2.300 siti Web in tutto il mondo e sono stati confrontati con i risultati di ricerca su Google (versione desktop). Il dato chiave da ricordare da questa analisi: il 61,6% dei titoli delle pagine web viene modificato da Google. Zyppy sottolinea che alcune di queste riscritture di Google sono ancora minori.

Ma se Google riscrive i tag Title, un motivo c’è… L’obiettivo è quello di fornire agli utenti Internet, fin dal titolo, informazioni quanto più precise possibili sul contenuto della pagina web in questione. Dallo scorso agosto, Google sembra ignorare sempre di più il tag Title per impostare il titolo delle pagine sui risultati di ricerca stessi, portando i proprietari di siti Web e gli esperti SEO a prestare maggiore attenzione a questo aspetto.

Osservando i singoli risultati, Zyppy ha evidenziato una serie di fattori che favorirebbero la riscrittura dei tag del titolo da parte di Google, ovvero:

  • Lunghezza caratteri: titoli troppo corti o troppo lunghi. Qualsiasi titolo di 20 caratteri o meno ha una probabilità superiore al 50% di essere riscritto. I titoli più lunghi di 70 caratteri vengono riscritti quasi il 100% delle volte (vedi grafico sopra).
  • L’uso di parentesi: […] o (…): per le pagine contenenti parentesi […], Google ha riscritto il 77,6% dei titoli, contro il 61,9% delle parentesi (…).
  • L’uso di separatori: trattini “-” o barra verticale ” | : Google ha riscritto e rimosso completamente i trattini il 19,7% delle volte (e presumibilmente i contenuti intermedi). In confronto, il 41% dei titoli che utilizzava le barre verticali » | hanno visto Google rimuoverli e/o sostituirli, più del doppio.
  • Altri fattori: ripetizione della stessa parola chiave, titoli simili per più pagine web, uso non necessario di nomi di marchi.

Nella sua analisi, Zyppy ha scoperto anche che usare H1 per il titolo generalmente riduce il grado di riscrittura di Google.

Ad esempio, quando le barre verticali » | sono usati come separatori, Google riscrive i titoli il 41% delle volte. Ma se le barre verticali sono integrate anche nel primo tag H1, la riscrittura di Google diminuisce della metà (20,6%). Secondo lo studio, abbinare l’H1 al tag Title sembra quindi essere una strategia vincente.

Qual è dunque, la parola d’ordine?… Testare!