Proteggi i bambini sul tuo account Netflix con il filtro famiglia

Proteggi i bambini sul tuo account Netflix con il filtro famiglia

25/02/2021 0 Di nicolacuna

Netflix ha avuto il merito di inserirsi con prepotenza nello stile di vita degli italiani, con un servizio perfettamente in linea con le abitudini di fruizione che la televisione ha cambiato negli ultimi anni. 

Già prima della pandemia, infatti, Netflix è stata in grado di offrire proprio quel tassello mancante agli amanti della serialità televisiva, ovvero quella possibilità di binge watching che permette di disintegrare le normali tempistiche di fruizione e, in sostanza, di vedere tutte le stagioni di una serie televisiva senza dover aspettare, per esempio, una settimana da una puntata all’altra. Anche per quanto riguarda i film, la comodità che un servizio del genere fornisce è quella di poter scegliere il film preferito, nella giornata preferita e nella fascia oraria preferita senza dover aspettare e attenersi ai palinsesti televisivi. 

In un certo senso Netflix ha contribuito a debellare, seppur non ancora in maniera definitiva, la pirateria dovuta allo streaming illegale, fornendo la stessa comodità, legalmente, grazie ad un costo mensile molto competitivo e alla portata di tutti.

Di certo il periodo di “reclusione” dovuto al Covid-19 non ha fatto altro che marcare ancor di più il potenziale di Netflix, che è da considerarsi ormai parte integrante della nostra quotidianità anche più della canonica televisione. 

Detto ciò, viene facile comprendere come anche per i nostri figli sia diventato uno “strumento” indispensabile per restare al passo coi tempi, per poter parlare della serie tv del momento con i compagni di classe e per potersi svagare nel tempo libero, specialmente ora che socializzare dal vivo è problematico come non mai. Di contro, l’aspetto “negativo” resta quello tipico dell’online, ovvero la possibilità di incappare in determinati tipi di contenuti non esattamente adatti ai minori, per svariati motivi.

Ecco che, da questo punto di vista, diventa indispensabile proteggere i bambini sul tuo account Netflix impostando il filtro famiglia. 

In che modo questo filtro può venire utile ai genitori? Vediamolo subito insieme. Netflix, infatti, dà la possibilità di creare, per esempio, un profilo indicando una specifica fascia d’età: se tuo figlio non rientra in questa fascia d’età, non potrà vedere tutti quei contenuti la cui descrizione presenta una fascia d’età superiore. Ancora, è possibile anche scegliere di classificare per età alcuni specifici contenuti e di bloccarne direttamente altri. In questo modo se anche tuo figlio dovesse rientrare nella fascia d’età considerata adatta, ma tu non lo ritieni pronto per determinati contenuti, avrai la possibilità di personalizzare l’elenco e sentirti più tranquillo.

Si può anche scegliere di bloccare il proprio account oppure altri account direttamente associati, se lo si ritiene opportuno; inoltre è possibile anche attivare o disattivare l’impostazione di riproduzione automatica dei contenuti, film, documentari o serie tv che siano. Infine, è possibile anche accedere alla cronologia dei contenuti per avere un’idea concreta delle ricerche che sono state effettuate a tua insaputa. 

Tutte queste opzioni sono fondamentali e sono state pensate da Netflix proprio per una maggiore sicurezza del servizio e renderlo perfettamente fruibile anche per le famiglie. 
Occorre in un certo senso comprendere l’utilizzo che i singoli bambini fanno di Netflix e scegliere la modalità migliore, in ogni specifico caso, per associare un buon utilizzo del servizio ad ogni fascia d’età.

Leggi anche: