Bitcoin Bitcoin 3.67% $43360.41
3.67%
56327.74 BTC $816136388608.00

Queste le principali novità dell’aggiornamento Android Auto per l’estate

Queste le principali novità dell’aggiornamento Android Auto per l’estate

17/08/2021 0 By Redazione

Mentre continuano a circolare, insistenti, i rumors sulle prossime novità che saranno introdotte con la nuova release di Android, i programmatori di Mountain View continuano a lavorare su quello che è forse è uno dei progetti strategici di Google: Android Auto. Il futuro delle app passa, inevitabilmente, per l’infotainment. Le auto del futuro, ibride o elettriche, non solo hanno bisogno di mostrare al conducente, sui display touch screen sempre più ampi che stanno sostituendo il “vecchio” cruscotto, una serie quasi infinita di informazioni ma devono essere connesse alla ragnatela che, ormai, avvolge tutto il mondo, al web, per avere tutte quelle informazioni indispensabili per garantire un uso efficace ed economico del veicolo. Anche se nel panorama si affacciano grandi nomi (per esempio Microsoft), Google, con la sua Android Auto deve accettare e combattere la sfida con Apple CarPlay. Ma mentre a Cupertino sembrano essere più tranquilli, con rilasci scaglionati da Mountain View continuano ad arrivare aggiornamenti.

Android Auto: gli aggiornamenti dell’estate

Naturalmente quando parliamo di aggiornamenti diamo informazioni sulle ultime novità, quelle che possiamo vedere, se abbiamo aderito al programma di beta tester (e chi non lo ha fatto?), appunto sulle release beta. Sicuramente una delle novità più interessanti della beta 6.7.1128 (rilasciata una trentina di giorni fa) è la possibilità di decidere in che modo Android Auto deve aprirsi. Fino a ieri era il produttore a decidere se Android Auto doveva aprirsi o meno sulla cosiddetta “Head Unit”, il display della vettura, all’atto della messa in moto. Per evitare agli utenti il “fastidio” di aprire Android Auto sullo smartphone e lanciare il Mirror Link sul display dell’automobile, è stata introdotta questa nuova funzione che prevedrebbe, addirittura tre diversi stati: il primo dei quali prevede che l’avvio di Android Auto, come per il passato, sia deciso dal sistema di infotainment; il secondo farà avviare l’applicazione sulla Head Unit solo se era statu usato nell’ultimo uso dell’automobile; il terzo, infine, avvierà automaticamente Android Auto contemporaneamente alla messa in moto del veicolo.

La sicurezza alla guida

Altri aggiornamenti che mano a mano vengono presentati riguardano una migliore esperienza per l’utente con un occhio particolarmente puntato sulla sicurezza alla guida. Sembra proprio che a Mountain View puntino decisamente a evitare che il conducente, per utilizzare le funzioni di Android Auto, debba togliere le mani dal volante o distogliere lo sguardo dalla strada. Nuovi comandi vocali non solo per gestire le chiamate, le messaggerie istantanee, o le mappe ma addirittura una nuova funzione che consente, con un semplice tocco, di avere disponibile una play-list delle stazioni radio preferite, dei brani on line o nella memoria dello smartphone da ascoltare. Per il futuro cosa ci aspetta? Restate, è il caso di dirlo, sintonizzati.