Search Console Google

Search Console Google

17/05/2021 0 Di miriampaterna

Tra gli innumerevoli strumenti utilizzati per una campagna SEO e quindi per aumentare la visibilità e la brand awareness di un sito, non può assolutamente mancare Google Search Console, il primo strumento messo a disposizione da Google per i suoi webmaster, ma non solo. Inizialmente chiamato infatti Google Webmaster Tools, questo strumento è pensato principalmente per far monitorare ai proprietari e/o gestori di un sito web l’attività e l’ottimizzazione del sito stesso sul popolare motore di ricerca. Si tratta di uno strumento molto efficace che quindi non deve assolutamente mancare nel ventaglio di piattaforme e strategie SEO utilizzate da un esperto SEO, in quanto misura il traffico ed il rendimento del proprio sito e, tra le altre cose, permette anche di risolvere numerosi problemi relativi all’ottimizzazione

Cos’è e a cosa serve Google Search Console

Ma cos’è e come funziona esattamente Google Search Console? Si tratta di un servizio gratuito offerto da Google che permette di monitorare e gestire la presenza di un sito web all’interno dei risultati di ricerca Google, oltre a consentire di risolvere alcuni problemi. Esso infatti permette di comprendere e migliorare il modo in cui Google percepisce e riconosce il tuo sito, indicizzando il sito web ed aumentando quindi il suo valore e di conseguenza il suo posizionamento nel motore di ricerca

Nel concreto quindi, a cosa serve Google Search Console? Quali azioni permette di fare? Innanzitutto, con questo strumento è possibile verificare di essere visibili e trovabili da Google e che esso riesca ad eseguire la scansione del proprio sito. Inoltre, grazie a Google Search Console è possibile risolvere problemi di indicizzazione o richiederne una nuova per i contenuti nuovi o aggiornati, così come è possibile risolvere problemi anche relativi ad AMP (Accelerated Mobile Pages), usabilità su dispositivi mobili ed altre funzionalità di ricerca. Inoltre, è garantita una buona comunicazione tra Google e webmaster perché è possibile ricevere notifiche e avvisi quando Google riscontra problemi di spam, indicizzazione o altro sul proprio sito.

Oltre a risolvere e riscontrare problemi, è molto importante anche l’attività di monitoraggio del proprio sito che si può fare grazie a Google Search Console: si possono infatti visualizzare i dati sul traffico della Ricerca Google relativi al proprio sito, come la sua frequenza di visualizzazione e di click-through, le impressioni, le URL, o i siti che rimandano tramite link al proprio sito web.

Infine, attraverso uno strumento chiamato “controllo URL”, è possibile comprendere al meglio il modo in cui Google “vede” il nostro sito, segnalando le URL da sistemare, indicizzando le pagine su Google e verificando che Google abbia indicizzato la versione più recente del proprio sito. con i rapporti “scansione”, infine, è possibile determinare la sitemap del sito e le URL da indicizzare.

Chi dovrebbe usare lo strumento Search Console di Google

A chi è rivolto quindi questo strumento gratuito e super efficace di Google? Sicuramente a tutti quelli che possiedono o gestiscono un sito web. Quindi, a tutte le persone specializzate e specialisti, principianti ed esperti che intendono monitorare e migliorare il posizionamento di un sito web all’interno della Ricerca Google. I principali protagonisti che dovrebbero usare Google Search Console sono quindi i proprietari di attività commerciali, anche se non personalmente, poiché dovranno conoscere le nozioni di base del servizio e dell’ottimizzazione del proprio sito per sapere quali funzionalità sono disponibili per lui nella Ricerca Google. Oltre a lui, ovviamente anche un esperto SEO ed un qualsiasi professionista del web marketing deve avere una buona dimestichezza con questo strumento, perché grazie a questo strumento può prendere decisioni tecniche relative all’analisi ed alle strategie di mercato da attuare al sito web in questione. Infine, anche gli amministratori e gli sviluppatori dei siti web dovrebbero usare questo strumento, perché interessati al corretto funzionamento del sito, all’attività di tag management, alla sua manutenzione e risoluzione di eventuali problemi.

Leggi anche: