Sempre più persone continuano a guadagnare con il bot ad intelligenza artificiale di Telegram

Sempre più persone continuano a guadagnare con il bot ad intelligenza artificiale di Telegram

Il guadagno online non gode di una fama edificante, perché le entrate facili mediante i canali internet vengono associate automaticamente alla truffa. Però, se si scelgono le giuste strategie e gli strumenti adeguati, anche il web può regalare soddisfazioni. E questo può valere ancora di più soprattutto nel tempo storico che il mondo sta attraversando. La pandemia da COVID – 19 ha bloccato il mercato del lavoro, ha “ucciso” l’economia e costretto in casa milioni di persone. Pertanto, in queste condizioni di forzata inattività, l’online è stata una risorsa impagabile per soddisfare le diverse necessità. E, usando l’online anche in modo innovativo e diverso, gli utenti hanno potuto scoprire una dimensione, prima poco praticata e battuta. In questo caso, Telegram ha svolto la sua parte in proposito.

Negli ultimi tempi, Telegram ha accresciuto, e di molto, la sua fama e il suo successo. Infatti, il social ha conosciuto improvvisamente un boom di iscrizioni, soprattutto da parte di molti utenti WhatsApp. Nella primavera scorsa tanti hanno scelto Telegram per “scongiurare i presunti rischi di un rinnovamento delle condizioni di privacy in seno all’app di messaggistica di WhatsApp”. Il secondo picco di iscrizioni si è realizzato il 4 ottobre quando, a causa di un improvviso down, Facebook, Instagram, Messenger e WhatsApp non hanno funzionato per almeno 7 ore.

Ma la fama di Telegram si lega anche ad un altro fenomeno: la possibilità di guadagnare mediante Bot e intelligenza artificiale. Seppur non si tratti di entrate milionarie, le cifre permettono comunque di poter godere di un importante extra, stando perlomeno a quanto detto dai più esperti. La pubblicità è il cuore di questa attività, perché sono proprio gli inserzionisti del web a pagare per gli annunci. Ma, poi, ci sono dei Bot progettati proprio per visualizzare questi annunci. Anche se l’utente ne attiva solo uno, lo stesso potrà visualizzare l’inserzione e, ad ogni visualizzazione, scatterà un piccolo guadagno. Guadagno che, però, si realizzerà in proporzione. Il metodo è legale, purché i Bot risultino sicuri. E Telegram deve molto del suo successo a questi strumento.

Infatti, ci sono alcuni Bot che assicurano un guadagno anche solo fornendo una risposta ad un’indagine statistica; altri, invece, permettono un guadagno sotto forma di Bitcoin. Per poter accedere a queste piccole forme di guadagno, è necessario che l’utente prenda familiarità con le tecnologie legate all’intelligenza artificiale. Le strategie e gli strumenti nel settore sono differenti e di diverse tipologie, a seconda delle esigenze dello user. Pertanto, su Telegram si può passare  da “Riscatta Bot”, dove si promuovono le carte da gioco a “Vote Bot”, che realizza sondaggi e restituisce percentuali di aziende e/o canali, fino a “Bot PayPal”, che permette le transazioni con PayPal.