Si può vendere merce usata su Amazon da privato senza partita IVA?

Si può vendere merce usata su Amazon da privato senza partita IVA?

Il colosso dell’e-commerce cerca sempre di trovare soluzioni ottimali sia per i venditori che per gli acquirenti. A tal proposito, Amazon permette anche a coloro che hanno una piccola passione di farla diventare remunerativa, proponendo programmi adeguati che supportano l’iniziativa del piccolo. La piattaforma di commercio elettronico più famosa al mondo offre un servizio a 360°, il commerciante dovrà solo scegliere quali prodotti vendere e come pubblicizzarsi. Però, è importante sapere che chi vuole intraprendere questo tipo di attività deve aprirsi una partita IVA, motivo che per molti fa da deterrente a causa dei costi da dover sostenere annualmente.

Si può vendere da privato su Amazon senza partita IVA?

Magari hai dei vecchi libri usati in ottime condizioni che invece di buttar via potresti vendere a prezzi convenienti sia per te che per l’acquirente, oppure fai delle piccole creazioni e vuoi provare a venderne qualcuna per vedere se riscontrano successo, ma si può fare senza partita IVA? La risposta è “si”, ma è bene capire a quali condizioni. 

I prodotti usati possono essere rivenduti su amazon ad una condizione: impostando un prezzo di vendita inferiore a quello iniziale. In questo modo, l’azione di vendita non comporterà alcuna operazione fiscalmente rilevante e, dunque, non sarà necessario procedere con l’apertura di una partita IVA. Sarà necessario dichiarare al fisco eventuali entrate aggiuntive solo nel caso in cui dalle vendite si ricava di più di quello che si è speso per comprare gli oggetti inizialmente. Quindi, vendendo gli oggetti ad un prezzo inferiore da quello iniziale, non si dovrà né aprire la partita IVA né dichiarare l’introito, poiché tecnicamente quest’ultimo non dovrebbe costituire un guadagno. 

Come vendere su Amazon senza partita IVA?

Si può vendere senza partita IVA purché la vendita costituisca un’attività occasionale; a tal proposito, ci sono delle condizioni imposte da Amazon da dover necessariamente rispettare. Per prima cosa, chi intende vendere senza partita IVA deve iscriversi ad un piano base”, l’unico per cui non è obbligatorio inserire la partita IVA; al contrario, per il “piano pro”, si dovrà necessariamente inserire. Il piano base, che prevede l’iscrizione gratuita, è pensato per i venditori non professionisti, dunque occasionali, motivo per cui viene imposta una limitazione sul numero massimo di prodotti: si può procedere alla vendita di 40 oggetti al mese, non di più. Attenzione: non si devono pagare ulteriori tasse se la vendita è fissata ad un prezzo inferiore rispetto a quello speso in origine per l’acquisto dell’oggetto. Dunque, se intendi vendere la merce ad un prezzo superiore, dal quale ne trarrai guadagno, dovrai obbligatoriamente dichiararlo all’Agenzia delle Entrate sia nel caso di vendita di prodotti usati che nuovi. 

Puoi guadagnare facendo l’influencer per Amazon, clicca qui e scopri come!