Siccità 2022, come preservare le risorse idriche con la tecnologia

Siccità 2022, come preservare le risorse idriche con la tecnologia

23/07/2022 0 By Rosy Chianese

La siccità è definita come il fenomeno secondo il quale una prolungata assenza di acqua, causata da una mancanza o da un’insufficienza di precipitazioni atmosferiche, porta l’aridità del terreno riservato alla coltivazione. Sono diversi i motivi che possono portare la siccità come, ad esempio, l’alta pressione o l’azione del vento che sposta masse d’aria secca.

Anche fenomeni causati dall’uomo come la deforestazione ed il riscaldamento globale possono causare siccità avendo un impatto forte e dannoso per l’agricoltura. La siccità, oltre a causare l’aridità dei terreni, porta purtroppo anche la morte del bestiame, la probabilità di incendi, disidratazione e carestie e l’unico modo per non sprofondare a picco è cercare di trovare una soluzione che porti ad un rapido cambiamento di rotta. Ciò consiste, al giorno d’oggi soprattutto, nel fare affidamento sulla tecnologia e puntare, oltre che investire, sulla sostenibilità ambientale.

Siccità e agricoltura

Oggi l’agricoltura rappresenta il terzo settore che contribuisce in maniera maggiore al cambiamento climatico. Secondo un recente studio della IPCC (Intergovernmental Panel of Climate Change), infatti, vengono prodotte direttamente dall’agricoltura il 37% circa delle emissioni, partendo dal produttore e fino ad arrivare al consumatore. I cittadini possono svolgere un ruolo molto importante per aiutare questo settore, scegliendo prodotti ecosostenibili o puntando sul ruolo della tecnologia di avanguardia. È proprio grazie alla tecnologia che abbiamo a disposizione che è ancora possibile intervenire tempestivamente per risolvere una volta per tutte le problematiche con cui abbiamo a che fare ogni giorno.

La gestione agricola

La gestione agricola ha un ruolo altrettanto importante per evitare fenomeni come la siccità, ad esempio ricorrendo alle nuove tecnologie o ad impianti innovativi per cercare di consumare meno acqua possibile. I fattori chiave che influenzano la gestione agricola sono la rotazione delle colture, le misure che favoriscono il riciclo della risorsa idrica ed il miglioramento dei metodi di irrigazione. Grazie all’utilizzo di nuove tecnologie si avrà quindi la possibilità di contrastare la siccità e che dà più di qualche pensiero ai coltivatori di tutto il mondo.

Preservare le risorse idriche con WaPOR

Anche lo sviluppo di nuovi portali innovativi ha contribuito a far avere delle informazioni molto preziose agli agricoltori. Ad esempio, la FAO, in questi ultimi giorni ha lanciato l’aggiornamento di WaPOR, ovvero di un database che raccoglie in tempo reale i dati satellitari, utili a monitorare la produttività sia della terra che dell’acqua in Africa e nel Vicino Oriente. Nato nel 2017, WaPOR ha supportato gli agricoltori ed il personale politico a decidere correttamente in base alle situazioni di siccità o delle piogge, aumentando la produzione agricola con un consumo minore d’acqua. Grazie al nuovo aggiornamento sono stati aumentati da 18 a 21 gli Stati coperti da questa risoluzione. I nuovi Paesi sono Sudan, Iraq e Niger.

Ti consiglio di leggere anche…

Smart farming: l’agricoltura del futuro per combattere il cambiamento climatico

Facebook amplifica la disinformazione sul clima

Come dire ad Alexa di piantare un albero