Su TikTok gira un pericoloso video cospirazionista visto dai bambini di 9 anni

Su TikTok gira un pericoloso video cospirazionista visto dai bambini di 9 anni

Contenuti dannosi, teorie del complotto e video pericolosi sulla pandemia da COVID – 19 girano da mesi su TikTok; oltre a far registrare un numero notevole di visualizzazioni, sono accessibili anche ai bambini piccoli, senza limiti né restrizioni. NewsGuard, un’organizzazione dedicata al monitoraggio dell’informazione in rete, ha rilevato la presenza di questi video, che invitavano a desistere dal vaccinarsi e diffondevano false statistiche sui tassi di sopravvivenza, in seguito all’insorgere della malattia. Nonostante l’organizzazione abbia diffuso i risultati a giugno e li abbia fatti recapitare presso il governo inglese, oltre che all’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), il video è rimasto su TikTok e nessuno è intervenuto.

L’allarme è scattato in seguito alla crescente preoccupazione per l’influenza che i social media hanno sui comportamenti e sui sentimenti degli adolescenti. Inoltre, la questione si è sollevata dopo che il Wall Street Journal aveva diffuso i dati di una ricerca interna a Facebook, che mostrava come Instagram avesse un effetto negativo tra i suoi frequentatori più giovani. Attraverso le statistiche diffuse, NewsGuard ha annunciato che i bambini di nove anni hanno avuto accesso incontrollato al contenuto, nonostante TikTok consenta la fruizione dell’app solo ad utenti di età superiore ai 13 anni. Infatti, tra gli aderenti alla ricerca promossa dall’organo di controllo dell’informazione online è emerso che bambini minori di 13 anni sono riusciti a creare un profilo su TikTok, usando date di nascita false.

Ma TikTok si difende, dichiarando a The Guardian di essersi attivato, per evitare la diffusione di fake news e contenuti fasulli. Lo stesso quotidiano ha affermato che tra gli account visualizzati, alcuni riportavano singoli video che diffondevano video fake sul COVID – 19, ma visualizzati 9,2 milioni di volte. I video erano accompagnati da commenti falsi sugli effetti collaterali di alcuni vaccini e dati fuorvianti, che correlavano i tassi di sopravvivenza in seguito al sopraggiungere del virus e il livello di efficacia dei sieri. Alex Cadier, esponente di NewsGuard, ha dichiarato: “L’incapacità di TikTok di fermare la diffusione di pericolose disinformazione sulla salute sulla loro app è insostenibile, al limite del pericoloso”. Infatti, gli annunci di TikTok in relazione alla lotta contro la disinformazione non si sono convertiti in concretezza, perché i contenuti fake sono ancora presenti sul canale.

E, dopo la denuncia di NewsGuard, è arrivato anche il monito del Financial Times che, lo scorso venerdì, ha diffuso uno studio portato avanti da un’organizzazione benefica a sostegno diritti digitali, la 5Rights. L’indagine ha mostrato che molti brand tecnologici, tra cui TikTok, Snapchat, Twitter e Instagram, stavano trasgredendo il nuovo codice per bambini del Regno Unito, che salvaguarda la loro privacy al momento della connessione in rete.

Negli ultimi anni, la piattaforma TikTok ha conosciuto un successo senza precedenti, riuscendo a lasciarsi alle spalle altri social di spicco. Inoltre, è stato in grado anche di superare YouTube nel tempo di visualizzazione medio per gli utenti Android negli Stati Uniti e nel Regno Unito. Inoltre, è stata l’app più scaricata al mondo nel 2020. E questo fenomeno denunciato da NewsGuard ne potrebbe incrinare il successo. Ma, per evitare problemi, TikTok, attraverso un portavoce, ha ribadito: “Le nostre linee guida della community chiariscono che non consentiamo disinformazione medica, inclusa la disinformazione relativa ai vaccini Covid-19″.