L’affare mancato tra Microsoft e TikTok

L’affare mancato tra Microsoft e TikTok

Poco più di un anno fa doveva concludersi un importantissimo accordo tra Microsoft e TikTok, ma qualcosa non è andato secondo i piani. Dopo un periodo di lungo silenzio Satya Nadella, CEO di Microsoft, ha commentato la vicenda rivelando alcuni dettagli su come sono andate le cose. 

L’affare prevedeva l’acquisizione del social network TikTok dall’attuale proprietà: la società cinese ByteDance. A riguardo Nadella, intervenuto durante l’evento Code Conference di Beverly Hills in California, ha affermato che la proposta di acquisizione “è stata la cosa più strana su cui abbia mai lavorato”, ma cerchiamo di capire perché.

Dai particolari rivelati dal CEO della Casa di Redmond una cosa è certa, è stato TikTok a volere per primo questa acquisizione andando a cercare Microsoft, non viceversa. Probabilmente, ciò che ha spinto i vertici del social network è stata l’avanzata tecnologia di cui dispone la software house per ciò che riguarda la moderazione dei contenuti e la sicurezza e tutela dei minori, attualmente impiegata sul social network professionale Linkedin e sulla piattaforma videoludica Xbox.

Al momento della proposta era ancora Trump il Presidente degli Stati Uniti d’America che, al momento dei colloqui tra Microsoft e ByteDance tenutisi in agosto dell’anno scorso, aveva etichettato TikTok come “un rischio per la sicurezza nazionale”, addirittura minacciando l’ingresso di tale società negli USA. Di conseguenza, l’accordo proposto è venuto meno nel mese di settembre e le operazioni statunitensi di TikTok sono rimaste invendute. Il nuovo Presidente USA Joe Biden, nel mese di giugno, ha revocato il precedente ordine di Trump che vietava l’utilizzo dell’app negli Stati Uniti.

Al momento Nadella afferma di non sapere ancora nulla su un eventuale accordo futuro tra i due, ma è contento per ciò che possiede. Probabilmente, se il governo degli Stati Uniti non avesse cercato di dettare i termini della presunta acquisizione, l’accordo si sarebbe concluso, ma al tempo il social network rappresentava un pericolo troppo grande per la sicurezza nazionale.

Comunque, specialmente nell’ultimo anno, TikTok si è impegnato sempre di più per aumentare la sicurezza della sua piattaforma in modo da non esporre i suoi utenti ad alcuni pericoli, cercando di mettere al sicuro la loro privacy; per approfondire l’argomento clicca qui