Agenzia di Pubblicità

Agenzia di Pubblicità

22/05/2021 0 Di Redazione

Un’agenzia di pubblicità opera in una nicchia del mercato del marketing, includendo messaggi promozionali a pagamento divisi tra i canali offline e online. Esistono tre tipi di diverse agenzie di pubblicità, hanno un target e uno scopo differenti a seconda del tipo di clienti.

  • Above the line: agenzie che lavorano con compagnie su larga scala sono multipiattaforma e il loro pubblico è su scala nazionale o internazionale. I loro mezzi sono principalmente i classici media, come la televisione, giornali, radio e la pubblicità non tradizionale
  • Below the line: sono principalmente le agenzie digitali, solitamente sono più piccole e lavorano molto con il locale.
  • Through the line: queste agenzie sono un mix delle altre due, lavorando sia con campagne di livello nazionale che regionale.

Le agenzie solitamente tendono a specializzarsi in particolari nicchie di mercato, per esempio nel settore finanziario, pubblico o della salute. Il loro compito è aiutare il cliente a vendere un prodotto o servizio, sono composte da vari esperti in particolari settori, devono far raggiungere il loro target di riferimento in maniera semplice ed efficace. All’interno delle agenzie di pubblicità ci sono una serie di figure chiave:

  • L’account executive: questa figura studia e analizza i problemi del cliente, li discute con lui e pianifica un programma pubblicitario che pensa sia appropriato, questo programma viene inviato per l’approvazione. I suoi compiti principali sono la pianificazione delle pubblicità per continuare a lavorare e rendere soddisfatto il cliente.
  • Il copywriter: questa figura si occupa di scrivere i testi per tutti i media o si specializza in alcuni, di solito sono persone con esperienze di vendita, dal momento che questo deve essere l’orientamento dato. 
  • L’art director: una figura legata al copywriter, deve saper vedere l’insieme dell’arte e del testo. Visualizza le pubblicità stampate, prepara i layouts e spesso fa anche il lavoro artistico. Si occupa anche di comprare l’arte esternamente, si informa sugli artisti e i talenti.
  • Il media manager: studia i media e collezione e analizza le informazioni a riguardo. Selezione i media da usare per ogni pubblicità e il come e il quando, stima i costi e i contratti per gli spazi pubblicitari.

Qual è il ruolo delle agenzie di pubblicità

Le agenzie di pubblicità devono prima informarsi sul prodotto, prima di poter creare una pubblicità, devono fare ricerche sull’azienda, sul prodotto e sulla relazione che questo ha con i consumatori. Bisogna pianificare quale media verrà usato e come, devono poi recuperare i feedback dal cliente e dai consumatori finali, prima di passare ad altre azioni. Oltre ai macro-tipi di agenzia che abbiamo elencato prima, ne esistono cinque più specifici:

  • Le agenzie omni servizio: sono di grandi dimensioni, lavorano con tutte le tipologie di pubblicità, hanno al loro interno diversi esperti nei vari dipartimenti e il loro lavoro si basa sull’analisi dei dati e sul rapporto con i media.
  • Le agenzie interattive: sono agenzie più moderne che utilizzano metodi innovativi di comunicazione, principalmente sfruttano la pubblicità online, sul modello one to one, personalizzate per l’utente.
  • Le boutique creative: sono agenzie molto creative che producono pubblicità innovative, ma non hanno altre funzioni. Solitamente sono piccole e difficilmente fanno outsourcing.
  • Le agenzie “Media buy”: sono agenzie che comprano gli spazi pubblicitari e li rivendono, si occupano di selezionare gli orari in cui piazzarle, sia per la tv che la radio. Si occupano della supervisione di questi affari.
  • Le agenzie “in house”: assolvono le stesse funzioni delle agenzie omni servizio, solitamente lavorano per un’azienda specifica perché costruite appositamente.

Leggi anche: