Alcune cose che non sapevi sul traduttore inglese – italiano di Google

Alcune cose che non sapevi sul traduttore inglese – italiano di Google

Google Translate è lo strumento di traduzione automatica più popolare al mondo e nel 2021 ha compiuto 15 anni. Chi non l’ha utilizzato almeno una volta? Da sempre è stato accusato di non fornire traduzioni dettagliate o completamente esatte, proprio per questo Big G cerca costantemente di migliorare la qualità di questo servizio che si basa su matematica e statistica. Google Translate ha aiutato milioni di utenti a comunicare quando la traduzione professionale non era ancora disponibile, ma è bene non fidarsi troppo di questo servizio per svolgere lavori seri ed estremamente importanti. 

 

Di seguito alcune curiosità che dovresti sapere su Google Translate:

  • Il servizio è utilizzato da più di 500 milioni di persone. Sembra strano, a causa della sua scarsità di precisione nella traduzione di testi leggermente più complessi, ma sono in molti che ancora oggi decidono di affidarsi a questo traduttore ogni giorno.
  • Google Translate supporta 103 lingue. Nel momento del suo lancio supportava solo 2 lingue: inglese ed arabo; adesso invece riesce a tradurre i testi delle lingue più sconosciute.
  • Il 92% degli utenti non è degli Stati Uniti. Il Brasile, infatti, si classifica al primo posto comprendendo il maggior numero di persone che si affidano a questo servizio di traduzione al posto di altri.
  • Possiede effetti sonori. Usando la giusta combinazione di determinate lingue e lettere è possibile usare questo traduttore per riprodurre alcuni suoni. Non a caso, sono finiti spesso in rete dei video in cui si faceva “parlare” il traduttore con il solo scopo di divertirsi. 
  • Non è solo una pagina Web. Anche se la maggior parte degli utenti digita “traduttore inglese-italiano” sul motore di ricerca di Google per utilizzare questo servizio, è disponibile anche sotto forma di applicazione, scaricabile sia per iPhone che per Android per poter ottenere una traduzione approssimativa sul proprio smartphone. Però, a differenza della versione Web, sono disponibili solo 90 lingue.
  • È possibile segnalare le traduzioni imprecise. Un pecca del servizio è proprio quella di non fornire delle traduzioni precise. Sappiamo che Google tiene molto a cuore i feedback degli utenti e proprio per questo nel caso in cui qualcuno ritenesse una traduzione non totalmente corretta ha la possibilità di segnalarla alla community di Google.
  • Google non utilizza Google Translate per le traduzioni aziendali. Come abbiamo già detto, il servizio non fornisce delle traduzioni precise, specialmente se si tratta di argomenti più complessi. Per questo motivo, quando si è all’interno di un contesto aziendale c’è bisogno di ricorrere a termini più tecnici che il traduttore potrebbe non comprendere, motivo per cui il colosso di Mountain View ha bisogno di affidarsi ad un servizio più affidabile.

Se sei alla ricerca di un’app valida per tradurre testi dall’inglese all’italiano clicca qui per scoprire le migliori.