Android 13 Beta 2: tutte le novità nascoste

Android 13 Beta 2: tutte le novità nascoste

08/06/2022 0 By Redazione

Una delle cose più interessanti degli aggiornamenti di Android è di poter, in un certo senso, seguirne gli sviluppi e avere dei piccoli ma costanti assaggi delle novità che saranno introdotte. E mentre continuano i miglioramenti di Android 12, forse la più grande riprogettazione dell’interfaccia grafica dopo quella introdotta da Android 5 Lollipop, gli occhi di tutti sono già puntati sul prossimo rilascio, forse già dal prossimo autunno, di Android 13 del quale sono state già rilasciate le due anteprime per sviluppatori e le due versioni beta.

Le varie versioni che precedono il rilascio di una nuova versione del sistema operativo mobile di Big G sono solo parzialmente documentate e a volte alcune funzionalità interessanti sono addirittura mantenute, in un certo senso, nascoste e vengono scoperte dai beta-tester o dagli sviluppatori mano a mano che procedono nelle prove. Chiariamo subito un aspetto importante: non tutti i dispositivi possono scaricare ed installare la beta 2 di Android 13. Gli smartphone Google Pixel sono certamente “eleggibili” e a loro si sono aggiunti anche l’ASUS ZenFone 8, il Lenovo P12 Pro, il Nokia X20, lo Xiaomi 12 e 12 pro e altri.

Le novità per gli sviluppatori

Sicuramente interessante la funzione che consente di usare un modem finto per testare le varie app che dovranno utilizzare in modo intensivo la rete che su Android 13 si affianca a un tasto che consente di impostare un limite, fra i 128 kbps e 15 Mbps per connessioni sia Wi-Fi sia dati in modo da verificare il comportamento delle app in casso di connessioni difficoltose. Per i problemi relativi al Bluetooth sarebbe possibile disabilitare la funzione di offload hardware che comunque resterà abilitata di default in modo da prevenire e ridurre i problemi di sincronizzazione audio ritardata con le cuffie o gli altoparlanti esterni Bluetooth.

Sempre in tema di audio e Bluetooth pare essere scomparsa l’opzione che consentiva di abilitare la versione “Gabeldorsche” dello stack per avere una minore latenza e ina maggiore stabilità. Infine, con Android 13 Beta 2, gli sviluppatori potranno specificare quali lingue possono supportare le loro app in modo che gli utenti possano scegliere in che lingua installarle.

Le altre novità nascoste

Per tutti sono molto interessanti alcune novità che vengono scoperte mano a mano che si procede con i test. Sicuramente degna di nota è la Emoji Kitchen di Gboard che consente di combinare due diverse emoji per crearne una nuova. Alle emoji si sono aggiunte altre quattro “faccine”: le impronte di zampe (un gatto?), le ciliegie, la fetta di anguria e il sasso. Immaginate di combinare gli occhi a cuoricino con la fetta di anguria, il sasso con gli occhiali da sole, o il cuore con le impronte delle zampe del gatto…

Certamente interessante anche la possibilità di impostare la modalità del desktop scuro quando si passa in modalità sonno. Una funzione che deve essere, ovviamente, abbinata a una corretta impostazione delle opzioni della suite di “benessere digitale”. Infine menzioniamo la funzione che consente di aumentare il livello in cui attivare la modalità di risparmio della batteria che è possibile aumentare dall’attuale 5% al 10%. Questo dovrebbe consentire di aumentare la vita della batteria evitando di utilizzarla al di sotto di un livello che molti reputano più sicuro. Potremmo continuare l’elenco con tante altre nuove funzioni ma, come dicevamo all’inizio, sono veramente tante e alcune, forse, non saranno abilitate.