Auto a energia solare, è boom di prenotazioni

Auto a energia solare, è boom di prenotazioni

10/07/2022 0 By Redazione

Immaginate di percorrere 40 chilometri al giorno, per 365 giorni all’anno senza dovervi accostare a un distributore di carburanti, senza dovervi collegare a una colonnina per la ricarica delle auto elettriche, senza dover attaccare un cavo alla presa di corrente di casa. Il sogno di ogni automobilista che, oggi, deve fare i conti con il caro energia e con i rincari dei prezzi dei carburanti alla pompa.

Se poi ci aggiungete una velocità massima ben oltre i 150 km/h, una accelerazione da 10 a 100 km/h in tre secondi, una autonomia massima di oltre 1.500 chilometri, due posti veri e comodi, spazio per i bagagli (pochi in verità) o per la spesa, un design futuristico e un abitacolo dove tutto è al massimo della tecnologia, beh abbiamo superato di gran lunga anche il più roseo dei sogni. Eppure è realtà, già circola sulle strade della California.

Si chiama Aptera e definirla auto elettrica è riduttivo. Non è nemmeno una concept-car, uno di quei veicoli sperimentali realizzati in un laboratorio e destinati a rimanere, per sempre, nelle vetrine delle case automobilistiche.

Il successo di Aptera

Partita con una campagna di crowdfunding, Aptera ha raggiunto presto il suo obiettivo primario e, ad oggi, ha raggiunto la bella quota di una raccolta di circa 40 milioni di dollari destinati a finanziare gli ultimi dettagli dello sviluppo e della produzione in una linea di montaggio di quello che il pubblico crede fortemente essere il veicolo elettrico solare del futuro. Non lo diciamo noi, lo dicono le 22.000 prenotazioni di veicoli che, si presume, potranno essere consegnati non prima del prossimo anno. Il motivo di tanto successo è intuibile.

Non è solo la realizzazione del sogno di tanti automobilisti, è un concentrato delle migliori idee, anche futuristiche, al top della tecnologia a oggi disponibile.  Fra le caratteristiche principali ricordiamo il design aerodinamico con un CX di appena 0,13; l’abbondante utilizzo di materiali compositi leggeri, resistenti e sicuri; la trasmissione del moto efficiente con una resistenza al rotolamento ottimizzato e un basso attrito con il suolo; la capacità di ricarica solare grazie al sistema di batterie rivoluzionario e la ricarica continua fornita dai pannelli solari disposti a forma di diamante per una potenza istantanea di 700 watt, sempre e ovunque. E non dimentichiamo una politica commerciale aggressiva: per prenotare l’Aptera oggi, negli USA, bastano 100 dollari per opzionare un veicolo del valore di circa 26mila dollari.

Il design

È un’auto, un aereo che non vola o un triciclo da corsa? Questa è la domanda che sorge spontanea la prima volta che si vede una foto di Aptera che sembra essere stata disegnata veramente dal vento o, meglio, dal mare visto che la sua linea ricorda quella di un delfine che, con il muso curvo, largo lungo i lati e affusolato verso il tronco riduce la resistenza dell’aria contro il movimento del veicolo.

Anche la scelta delle tre ruote contribuisce ad aumentare l’efficienza, non solo aereodinamica, del veicolo: una ruota in meno elimina un punto di attrito con la strada, riducendo ulteriormente i consumi. L’abitacolo, con due posti che sembrano comodi anche se molto reclinati, è caratterizzato da un enorme display che, come in moti veicoli top di gamma, sostituisce completamente la strumentazione e il bagagliaio, circa 700 litri, consente di trasportare quello che ci serve.