Bonus Internet 2022: come richiederlo (privati e Partite IVA)

Bonus Internet 2022: come richiederlo (privati e Partite IVA)

23/07/2022 0 By Rosy Chianese

È stato da poco introdotto, da parte del Governo, il Bonus Internet che sarà a disposizione delle famiglie, senza alcun vincolo ISEE, attraverso un voucher da 300 euro che dovrà essere utilizzato per attivare un abbonamento Internet con una velocità di almeno 30 Mbps. In questo articolo vedremo insieme cos’è, come funziona e come richiedere il Bonus Internet 2022.

Come abbiamo detto precedentemente, il bonus internet è riconosciuto alle famiglie attraverso un voucher di 300 euro per l’attivazione di abbonamenti internet con una velocità di download di almeno 30 Mbps. In pratica si tratta di uno sconto sul costo di attivazione e sui successivi canoni ed è compresa anche la fornitura dei relativi apparati elettronici. L’obiettivo del Governo è quello di incrementare il numero di famiglie che usufruiscono di servizi digitali, utilizzando delle reti ad alta velocità. Per usufruire del Bonus non sarà necessario presentare l’ISEE e potrà essere richiesto dalle famiglie residenti in Italia e prive di connessioni internet o con una velocità di connessione al di sotto dei 30 Mbps.

Bonus Internet 2022 Tim, Vodafone, WindTre e gli altri operatori

Vediamo ora come può essere utilizzato questo voucher di 300 euro:

  • tramite il tuo fornitore attuale potrai modificare il contratto in essere o stipulare un nuovo contratto;
  • rivolgendoti direttamente ad un nuovo operatore.

Nel caso in cui è presente più di un’infrastruttura a banda larga, sarà possibile utilizzare il voucher soltanto per la sottoscrizione dell’offerta più performante, relativamente all’indirizzo di residenza specifico. Ci sono poi alcune informazioni molto importanti che riguardano sempre il bonus e che elencheremo qui di seguito:

  • non è possibile utilizzare il voucher soltanto per passare da un intestatario ad un altro nella stessa unità immobiliare;
  • viene riconosciuto un solo voucher per nucleo familiare;
  • da parte del beneficiario non è previsto alcun obbligo di rimanere vincolato al contratto per il quale è stato utilizzato il voucher. Nel caso in cui venga cambiato operatore verrà scalato l’ammontare residuo dal nuovo operatore;
  • l’operatore è tenuto ad avvisare il cliente, almeno 30 giorni prima della scadenza del contratto, in merito al rinnovo e le condizioni non dovranno in nessun caso essere peggiorative rispetto a quelle stipulate con il voucher;

Bonus Internet 2022 per le Partite IVA

Il Bonus Internet 2022 è stato esteso anche ai professionisti e ai lavoratori autonomi con Partita IVA per favorire la digitalizzazione delle imprese e dei liberi professionisti. Il contributo che va da un minimo di 300 euro a un massimo di 2.500 euro per servizi di connettività a banda ultralarga da 30 Mbit/s a oltre 1 Gbit/s. Possono richiedere il voucher tutte le aziende regolarmente iscritte al Registro delle Imprese di dimensione micro, piccola e media. Il Piano Voucher per le imprese durerà fino a esaurimento delle risorse stanziate non oltre il 15 dicembre 2022.

Bonus Internet 2022: come richiederlo

Ancora devono essere chiarite, nel dettaglio, le modalità di richiesta del Bonus Internet 2022. È stata in corso, fino al 31 maggio, la consultazione del piano di intervento del relativo voucher ed ora è in fase di notifica da parte della Commissione Europea, che dovrà disciplinarlo attraverso un Decreto dello Sviluppo Economico. Sarà poi tramite il Decreto che verranno rese note le modalità con la quale le famiglie potranno richiedere il voucher.

Come per i privati cittadini, le imprese e i liberi professionisti con Partita IVA possono fare domanda presentandola direttamente agli operatori di telecomunicazioni.

Ti consiglio di leggere anche…

Si può usare il bonus rottamazione tv su Amazon?

Come condividere Internet con PC Windows 11

Cosa puoi comprare su Amazon con 18 app Bonus Cultura?