Come avere Google Lens su iPhone e iPad

Come avere Google Lens su iPhone e iPad

06/06/2022 0 By fogliotiziana

Ti chiedi come utilizzare Google Lens sul tuo iPhone o iPad? Che tu voglia tradurre testo, identificare piante o trovare risposte a equazioni, Google Lens è uno strumento di riconoscimento delle immagini incredibilmente utile ed è davvero facile da configurare e utilizzare su un dispositivo iOS.

In poche parole, Google Lens ti consente di cercare risposte utilizzando la fotocamera del tuo smartphone o tablet. Incanalando la potenza dell’IA, insieme all’enorme quantità di dati sui server di Google, Google Lens è in grado di riconoscere oggetti e presentarti informazioni rilevanti. Puntalo su una pianta, ad esempio, e Google Lens può identificare immediatamente la specie.

Come installare Google Lens su un iPhone o iPad

Google Lens non ha una propria app dedicata sull’App Store di Apple. Invece, la sua funzionalità è integrata in due diverse app Google. La scelta migliore per te dipenderà da come prevedi di utilizzare Google Lens e da quale dispositivo.

La prima opzione è l’app Google. Ciò ti dà accesso a un’intera gamma di servizi Google sul tuo iPhone, tra cui notizie personalizzate, aggiornamenti sportivi e informazioni meteorologiche, nonché una suite completa di strumenti di ricerca di Google, incluso Google Lens.

Installa l’app e potrai utilizzare Google Lens con la tua fotocamera in tempo reale su iPhone (ma non iPad, sfortunatamente), oltre a cercare immagini già salvate nella galleria. Per iniziare, scarica l’ultima versione dell’app Google dall’App Store.

In alternativa, puoi anche installare l’app Google Foto. Questa è l’opzione migliore per iPad. Google Foto è il servizio di backup delle foto su cloud di Google e include una serie di fantastiche funzioni per la modifica e l’organizzazione delle tue immagini online.

Integra anche Google Lens: apri qualsiasi immagine dalla galleria nell’app Google Foto e con un semplice tocco puoi analizzarla per approfondimenti utilizzando Google Lens.

La differenza principale, tuttavia, è che Google Foto non ti consente di effettuare ricerche in tempo reale con la fotocamera del tuo iPhone o iPad. Se non è un problema per te, scarica l’ultima versione dell’app Google Foto dall’App Store.

Entrambe le app richiederanno l’accesso alla tua galleria la prima volta che le apri o provi a utilizzare lo strumento Google Lens. È necessario concedere il permesso in modo che Google possa eseguire le tue istantanee attraverso i suoi server. Anche se stai utilizzando Google Lens in tempo reale, molte delle funzioni richiedono di scattare una foto del tuo soggetto prima che il software possa analizzarlo.

Se desideri eseguire una ricerca in tempo reale utilizzando il tuo iPhone, inizia avviando l’app Google. Dalla schermata principale dell’app, tocca l’icona della fotocamera a destra della barra di ricerca principale (purtroppo manca nella versione iPad dell’app). Se è la prima volta che utilizzi l’app, ti potrebbe essere chiesto di consentire a Google di accedere alle tue foto. Potresti anche visualizzare una finestra di dialogo che spiega che Google Lens cercherà continuamente di identificare gli oggetti ogni volta che è in esecuzione.

Con Google Lens aperto, puoi scorrere verso sinistra e verso destra per passare da una modalità all’altra. “Traduzione” ad esempio, ti permetterà di tradurre scritti da una lingua all’altra. “Testo” invece, ti consente di scattare una foto del testo, che può quindi essere letto ad alta voce o copiato in un’altra app. “Dove mangiare” ti consente di scattare foto del cibo, per trovare ristoranti o la ricetta di quel piatto.

Dopo aver selezionato la modalità appropriata, punta semplicemente la fotocamera verso l’oggetto e segui le istruzioni di Google Lens. Tieni presente che per questo processo avrai bisogno di una connessione Wi-Fi o dati mobili attiva.

Se l’elemento che hai selezionato può rientrare in diverse categorie, ad esempio testo, traduzione e compiti, puoi cambiare la modalità di ricerca da questa schermata, premendo il pulsante bianco a sinistra con le tre linee orizzontali. L’elenco dei risultati di seguito verrà aggiornato di conseguenza, senza la necessità di scattare un’altra foto.

Come utilizzare Google Lens sulle foto della fotocamera del tuo iPhone o iPad

A volte potresti aver bisogno delle competenze di Google Lens in un secondo momento. Supponi di individuare una pianta misteriosa quando non hai una buona ricezione dei dati, o fai una foto del tuo cibo a cena, ma non vuoi sembrare antisociale a tavola. Non preoccuparti: puoi facilmente utilizzare Google Lens per trovare le foto salvate nella galleria del tuo iPhone o iPad ogni volta che vuoi.

Ci sono due modi per cercare con le foto salvate sul tuo smartphone o tablet. Se stai utilizzando l’app Google, inizia toccando l’icona della fotocamera accanto alla barra di ricerca nella home page. Con Google Lens attivato, tocca la cornice della foto a sinistra del pulsante di ricerca dell’otturatore. Questo farà apparire la tua libreria di foto. Seleziona una foto e Google la analizzerà per gli oggetti.

In alternativa, puoi fare lo stesso tramite l’app Google Foto. Basta aprire l’immagine con cui si desidera eseguire la ricerca, quindi toccare il pulsante Google Lens nella parte inferiore dello schermo. È il secondo da destra e sembra un cerchio parzialmente incorniciato. Toccalo e Google eseguirà nuovamente la scansione dell’immagine per eventuali oggetti identificabili.

Qualunque sia il metodo utilizzato, la schermata successiva sarà la stessa. Google presenterà una serie di risultati corrispondenti a ciò che rileva nell’immagine che hai scelto. Come sopra, puoi cambiare la modalità di ricerca premendo il pulsante sinistro o ritagliare la scena per mettere a fuoco un altro oggetto usando il pulsante destro.

Google Lens è generalmente molto impressionante quando si tratta di identificare oggetti e restituire risultati rilevanti, ma a volte Google sbaglia. In condizioni di scarsa illuminazione, ad esempio, o se l’oggetto in questione ha una forma indefinita, Google potrebbe avere difficoltà a capire cosa sta guardando. Allo stesso modo, anche se Google Lens riconosce l’oggetto, a volte i risultati di ricerca suggeriti non sono i più utili o i più accurati.

In questo caso, puoi contribuire a migliorare lo strumento fornendo un feedback. Scorri l’elenco dei risultati di ricerca e vedrai una domanda che dice “Hai trovato utili questi risultati?” È quindi possibile premere “sì” o “no”. Quest’ultima opzione ti consentirà quindi di inviare un feedback sul problema riscontrato, il che dovrebbe aiutare a migliorare le prestazioni in futuro.