Come capire se sei stato bloccato da qualcuno su WhatsApp

Come capire se sei stato bloccato da qualcuno su WhatsApp

Hai inviato dei messaggi ad un contatto della tua rubrica su WhatsApp, ma anche dopo diversi giorni, non hai ancora ricevuto risposta, e la spunta risulta essere ancora grigia e singola? È molto probabile che ti abbia bloccato.

WhatsApp, ad oggi, per una questione di privacy, non avvisa con nessuna notifica quando qualcuno ti blocca sulla piattaforma, ma ci sono comunque delle piccole azioni che si possono seguire per scoprire se sei stato effettivamente bloccato o meno. Quindi, se ti sta venendo il dubbio che una persona ti abbia bloccato sull’app verde di Zuckerberg,  come capire se sei stato bloccato da qualcuno su WhatsApp.

 

Controllare l’ultimo accesso

Quando qualcuno ti blocca su WhatsApp, un primo indizio che ti farà capire se sei stato bloccato o meno, è il fatto che non verranno visualizzati la data e l’ora dell’ultimo accesso a WhatsApp di questa persona, come succede normalmente.

Puoi controllare l’ultimo accesso aprendo la chat e vedendo sotto al nome del contatto. Di solito, qui sotto, è presente la data e l’ora dell’ultimo accesso.

Se non c’è quest’informazione, ci sono due possibilità. Non è detto, infatti, che questa persona ti abbia bloccato, perché questa è un’informazione che si può decidere se mostrare o meno. Quindi non è una prova molto affidabile, e sarebbe meglio andare a controllare anche altre cose per capire se si è stati veramente bloccati su WhatsApp.

 

Controllare la foto profilo

Un’altra cosa che puoi fare per capire se qualcuno ti abbia bloccato su WhatsApp è controllare la foto profilo.

Insieme all’assenza delle informazioni sull’ultimo accesso, l’assenza dell’immagine profilo è un altro indizio che si può notare appena entrati in chat e che ti può far capire se sei stato bloccato o meno. Nel caso in cui sei stato davvero bloccato, invece della foto, verrà visualizzata l’immagine standard di WhatsApp, ossia quella grigia con l’omino di colore bianco.

Anche qui, però, c’è la possibilità di scegliere se impostare un’immagine profilo personalizzata o meno. Quindi, anche in questo caso, non si può essere sicuri al cento per cento di essere stati bloccati.

 

Controllare la spunta

Di solito, quando si invia un messaggio a un contatto su WhatsApp, per qualche secondo la spunta rimane singola, ma appena arriva al destinatario, la spunta diventa doppia, per confermare il fatto che il messaggio è arrivato all’altra persona. Poi, una volta che il messaggio è stato letto, se questa persona ha attivato l’opzione, la doppia spunta cambia un’altra volta e diventa blu.

Se hai notato che la spunta rimane grigia e singola, allora, in questo caso non ci sono più dubbi, poiché sei stato sicuramente bloccato su WhatsApp.

 

Chiamare su WhatsApp la persona che ti ha bloccato

Una prova inconfutabile che può farti capire davvero se sei stato bloccato su WhatsApp è provare a chiamare il contatto direttamente su WhatsApp.

Infatti, nel caso che tu sia stato davvero bloccato da questa persona, ti sarà impossibile effettuare la chiamata, o anche una videochiamata, sulla piattaforma. E quindi, in questo caso, a differenza delle altre prove, avrai sicuramente la conferma di essere stato bloccato, senza alcun dubbio.