Come scaricare e installare WordPress in 5 minuti

Come scaricare e installare WordPress in 5 minuti

22/12/2022 0 By aliceurbano99

Lo strumento più semplice ed adatto alla creazione di un proprio blog o di siti web è WordPress. Il sito è conosciuto come la piattaforma più popolare di blogging e di gestione contenuti, attualmente utilizzata da molti utenti. Alimenta oltre il 43,3% dei siti presenti in internet, la maggior parte creati proprio con WordPress. La sua funzione è quella di realizzare blog, in maniera del tutto privata, comunemente chiamata self-hosting.

Quali sono i requisiti per installare WordPress?

Per eseguire WordPress, il tuo host deve supportare:

  • PHP versione 7.4 o superiore.
  • MySQL versione 5.7 o superiore o MariaDB versione 10.3 o superiore.
  • Supporto HTTPS

Come scaricare WordPress

Installare WordPress non è difficile, ma potrebbe richiedere un po’ di tempo per chi è alle prime armi. Ti basterà seguire questi 5 semplici passaggi per effettuare il download e di conseguenza installare il software WordPress.

  • Esegui il download del file WordPress in formato “.zip”
  • Crea il database WordPress e di conseguenza un utente
  • Configura il file con nome wp-config.php
  • Carica il file WordPress via FTP
  • Lancia WordPress installer

Come installare WordPress

Il passaggio iniziale richiede di scrivere nella barra di ricerca del tuo Browser accedere a WordPress italiano o anche download WordPress ita. Dovrai cliccare sul pulsante blu e successivamente su dove è riportata la scritta Scarica WordPress. Fatto questo, salva ed estrai i file dalla cartella prima di compiere ulteriori passaggi.

All’interno del tuo servizio di hosting, puoi controllare ed accertarti di avere un hosting provider in modo tale da non dover seguire l’operazione che segue. Al contrario dovrai provvedere a creare sia un database che un utente, seguendo questi semplici passi:

  • Accedi a Plesk
  • Clicca su Database in alto a destra delle schermata
  • Fai clic su aggiungi database
  • Digita il nome del database
  • Digita ora il nome utente e la password del Database, quindi clicca su Ok
  • In questo passaggio dovrai rinominare i file di WordPress che inizialmente sono denominati wp-config-sample.php, con il nome wp-config.php. Questo permetterà a WordPress di connettersi al tuo database.
  • Successivamente dovrai cliccare sulla sezione Authentication unique Keys and Salts e configurare le diverse chiavi segrete che ti verranno fornite per poi incollarle all’interno dei file di configurazione di WordPress. Salva le modifiche effettuate e tieniti pronto a caricare i tuoi prossimi file.
  • Arrivati a questo punto, dovrai accedere alle tue credenziali FTP, facilmente rintracciabili nel pannello di hosting, aprire poi FileZilla (un software libero che permette di trasferire i file in rete e funzionante su tutte le versioni di Windows, non da meno è dotato di licenza GPL).
  • Infine dovrai effettuare il login per accedere al tuo server e navigare nella Root Directory (la cartella che si trova sul pannello a destra) di solito chiamata www o public_html.
  • La Root Directory è indicata dal simbolo della barra (/) dove potrai caricare i file ma non la cartella WordPress, è considerata il livello più alto del file all’interno della quale sono presenti tutti i file e le cartelle.
  • Ci sono anche le subdirectory ovvero le sottocartelle, dove poter rinominare la cartella WordPress con un nome a scelta. Dovrai prestare attenzione a caricare solamente i file e non la cartella stessa nella directory principale.
  • Il passaggio finale prevede di eseguire lo script d’installazione. Bisognerà aprire il proprio browser scelto appositamente e visitare il sito https://exampl.com/wp-admin/install.php. Il logo e la schermata che compariranno potrebbero variare a seconda dell’host che si ha a disposizione.

Un consiglio che ti forniamo è quello di tenere a mente sia il tuo username che la password per eventuali modifiche future da apportare. Il pannello denominato General Settings ti permetterà questo tipo di operazioni. Una volta terminati tutti i passaggi, potrai effettuare il login, ovvero, l’accesso al tuo nuovo sito.

Alternative a WordPress

Abbiamo citato il metodo più semplice e conosciuto ma soprattutto gratuito. In alternativa, abbiamo a disposizione delle varianti a pagamento, che permetteranno di velocizzare ulteriormente l’installazione di WordPress.

Cominciamo parlando di GoDaddy, il sito più attendibile di domini che offre strumenti online per la realizzazione di siti web, e che in più ha lo scopo di far accrescere il business online. GoDaddy dispone di differenti pacchetti di hosting WordPress, il più noto ed importante è il Piano Ultimate, che include funzioni molto importanti per la sicurezza e per il malware (software dannosi, che potrebbero compromettere i dispositivi e le reti di servizio programmabili). Questo pacchetto fornisce anche un certificato SSL del tutto gratuito per un’ulteriore protezione dei propri dati, ed un SEO Wizard per far sì che il tuo sito risulti tra i primi posti nei motori di ricerca.

Un altro esempio di sito presente in GoDaddy è QuickStart Wizard, che ti permette di creare siti in WordPress in pochissimo tempo. Da questo momento in poi, potrai aprire ufficialmente le danze creando il tuo sito personale, dove puoi pubblicare articoli, creare pagine, modificare lo stile del testo, personalizzare la grafica dei siti, per non parlare della possibilità che avrai di classificare per categoria i tuoi contenuti.

Ti consiglio di leggere anche… 

WordPress 6.0: disponibile l’aggiornamento, ecco l’elenco delle novità

Come creare un blog con WordPress gratis

Come creare un sito web multilingua con WordPress