Come usare Google Tasks per organizzare un appuntamento

Come usare Google Tasks per organizzare un appuntamento

Google Tasks è un’applicazione studiata per agevolare e supportare l’utente nello svolgimento della sua vita quotidiana. Infatti, Google Tasks consente di generare e organizzare gli appuntamenti che le persone inseriscono sull’applicazione, grazie all’integrazione con gli altri servizi che caratterizzano l’intera piattaforma di BigG. Google Tasks è un’applicazione abbastanza recente ed è usata da un ristretto numero di persone. Ma ha funzionalità utili e particolari; per questo motivo, è importante sapere come usare Google Tasks per organizzare un appuntamento. La funzione più importante di Google Tasks è quella di “sincronizzare e catalogare le attività registrate su altre app di casa Mountain View”. Quest’applicazione, infatti, permette di riunire tutte le attività da svolgere sulle app che arricchiscono l’ecosistema di BigG (ad esempio Gmail o Google Calendar), con vantaggi importanti sulla gestione e sul coordinamento degli appuntamenti di ogni giorno. In più, Google Tasks consente di creare nuovi eventi ed appuntamenti, aggiungere i dettagli alle attività già impostate, modificarle con il trascorrere del tempo, gestendo tutto da un qualsiasi dispositivo.

Dopo aver eseguito il download dell’app Google Tasks dal Play Store di BigG e averla sincronizzata con con il proprio profilo Google, l’utente riescirà ad avere uno sguardo complessivo su tutte le attività presenti sul dispositivo. Per sapere come usare Google Tasks per organizzare un appuntamento sarà sufficiente consultare la Guida di Tasks dal Google Support. In particolare, per organizzare un appuntamento con Google Tasks, sarà sufficiente premere sul pulsante colorato “+” e scrivere l’appuntamento, l’attività o l’evento che si desidera memorizzare. Inoltre, grazie a Google Tasks, è possibile aggiungere dettagli ed informazioni, premendo l’icona in basso a sinistra, che apre una riga in più da riempire. Accanto, poi, si apre un’altra icona, per inserire il giorno e l’ora entro i quali l’attività deve essere portata a termine.

Insieme ai dettagli più significativi, usare Google Tasks per organizzare un appuntamento vuol dire avere la possibilità di introdurre anche le attività secondarie legate all’evento. Attività secondarie che Google Tasks mostra nell’interfaccia principale e che possono essere contrassegnate da un segno di spunta, per segnalare che sono state portate a termine. Esse restano, comunque, visibili nel menu a scomparsa, anche dopo essere state svolte. Allo stesso tempo, Google Tasks consente di stilare liste ed elenchi per gestire al meglio tutte le attività e gli eventi, così da suddividere tra gli appuntamenti di lavoro e quelli familiari. Per realizzare un elenco con Google Tasks, invece, sarà sufficiente premere sul menu presente in basso; in questo modo, si apriranno tre righe parallele per poter scegliere l’opzione desiderata. A questo punto, l’utente dovrà semplicemente conferire un titolo all’elenco e aggiungere le varie cose da fare, scegliendo se ordinare il tutto per data, orario o secondo un criterio a proprio piacimento. Dopo aver messo a punto una nuova attività o un elenco, sarà Google Tasks a sincronizzare automaticamente gli appuntamenti e gli eventi presi con Gmail e Google Calendar, così che tutto quello che è stato appuntato diventa visibile anche dal computer e da tutti i dispositivi collegati ad uno stesso account.