Bitcoin Bitcoin -0.30% $43048.42
-0.30%
23097.71 BTC $810264100864.00

Come utilizzare Samsung SmartThings con Android Auto

Come utilizzare Samsung SmartThings con Android Auto

06/03/2021 0 By Redazione

Di Android Auto abbiamo già parlato, accennando anche all’integrazione, nella nostra vettura, del controllo delle SmartThings di Samsung direttamente dal display della macchina. Oggi cercheremo di approfondire proprio questa parte relativa alla nostra Smart Home, la casa intelligente, e a come integrarla, usandola, direttamente dalla nostra macchina. Sembra che, per funzionare correttamente, l’integrazione fra Android AUTO e SmartThings richieda l’ultima versione dell’applicazione che dovrebbe essere disponibile in Google Play. La prima cosa da verificare per avere la certezza che si tratti dell’ultima versione è, semplicemente, di controllare se nel menù impostazioni dell’applicazione è presente la sezione Android Auto.

La lista della spesa

Per configurare e usare correttamente Samsung SmartThings su Android Auto è necessario prima eseguire alcuni passaggi indispensabili. Per prima cosa controlliamo se il nostro veicolo o lo stereo installato siano compatibili con Android Auto consultando il manuale di infotainment o contattando il produttore. Poi controlliamo anche il sistema operativo Android del nostro telefono in quanto Android Auto è incluso nella versione 10 ma nella versione 9 e le precedenti fino a 6 deve essere scaricato dal Play Store. La connessione del telefono deve consentire il trasferimento dei dati affinché Android Auto funzioni. Quando il dispositivo è connesso tramite un cavo USB, scorri verso il basso dall’alto dello schermo e tocca la relativa notifica selezionando l’opzione che consente il trasferimento dei file. 

Ora possiamo connetterci e iniziare tenendo presente che la connessione tra Android Auto e il veicolo è possibile utilizzando il Bluetooth o un cavo USB e il metodo di connessione potrebbe variare a seconda del veicolo e del produttore. Quindi controlleremo se Android Auto è visualizzato sul display del veicolo. Non dimentichiamo, nel caso di connessione USB, anche se la maggior parte dei cavi USB si somiglino, possono esserci enormi differenze in termini di qualità e velocità di ricarica. Android Auto richiede un cavo USB di alta qualità in grado di supportare il trasferimento di dati. Se lo abbiamo ancora utilizziamo, quindi, il cavo originale incluso nella confessione del telefonino.

Configuriamo le SmartThings su Android Auto

Verificato che tutto funzioni possiamo lanciare, con lo smartphone collegato al sistema di infotainment della vettura, l’applicazione e cliccare sulle tre linee del menù. Nella videata successiva selezioneremo le impostazioni (l’icona con l’ingranaggio) e poi, scorrendo verso il basso, selezioniamo Android Auto. Dopo aver dato le autorizzazioni richieste ci appariranno le scene e i device della nostra smart home. Teniamo presente che per motivi di sicurezza Android Auto non ci consentirà mai di pilotare più di sei dispositivi. Selezioneremo quindi i dispositivi che ci interessa comandare dall’auto e le relative azioni includendo sempre le voci Security e Drive way.  

A questo punto potremo, dopo aver riordinato le icone dei dispositivi sul nostro telefonino mettendo al primo posto Security e subito dopo Drive way, secondo l’ordine di esecuzione potremo programmare le scene ovvero delle operazioni automatiche che Android Auto farà eseguire ai dispositivi SmartThings quando raggiungeremo una certa posizione. La richiesta di esecuzione della scena ci arriverà direttamente sul display del nostro sistema di infotainment della macchina e potremo confermarla o negarla con un semplice tap.