Cosa sappiamo del progetto Microsoft #BuildFor2030

Cosa sappiamo del progetto Microsoft #BuildFor2030

Microsoft, attraverso l’iniziativa #Buildfor2030, sta cercando di individuare e costruire delle soluzioni alternative e dei servizi trasformativi per consentire la realizzazione di un futuro migliore. Tra i diversi obiettivi c’è quello di riprendersi dagli effetti catastrofici generati dalla pandemia da Covid-19, accelerare la ripresa in totale armonia e rispetto nei confronti del pianeta e dei diritti degli individui per iniziare a dar vita ad un futuro più resiliente e sostenibile.

Di recente l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite si è riunita per la 76esima sessione per mettere a fuoco la propria visione e il proprio progetto per la costruzione di un mondo più sostenibile. Microsoft, in qualità di partner delle Nazioni Unite, sostiene e promuovere pienamente questo progetto e, tra le varie iniziative, sta dando un gran contributo su diversi fronti per far sì che questo progetto progredisca al meglio, ovvero:

  • Sta investendo sempre più nella costruzione di un’economia più inclusiva basata sulle competenze per aiutare le aziende nelle assunzioni, specialmente quelle di piccole e medie dimensioni nella ricerca di nuove risorse per riprendersi dai duri colpi subiti in pandemia.
  • Mira a raddoppiare ed espandere l’accessibilità nella tecnologia, nella forza lavoro e sul posto di lavoro, per dare ad ogni individuo la possibilità di ottenere di più e colmare il divario della disabilità.
  • Per aiutare a promuovere nuove e fattibili soluzioni di settore, Microsoft ha lanciato Microsoft Cloud For Sustainability, per aiutare le aziende a misurare, tenere sotto controllo e ridurre il loro impatto ambientale, e Microsoft Cloud For Nonprofit tramite cui vengono proposte soluzioni cloud intelligenti per affrontare e riunire gli scenari più comuni non profit.

Nel complesso, il progetto #Buildfor2030 comprende circa 17 iniziative che mirano alla creazione di un ambiente più inclusivo, un mondo più equo e solidale entro il 2030 mettendo in evidenza i diversi partner che vi partecipano. Per accelerare l’impatto di quest’iniziativa, Microsoft ha lanciato l’Hackathon #Buildfor2030 aperto ai partner di tutto il mondo per sbloccare nuove soluzioni e opportunità di mercato inclusive. I temi della sfida riguardano: la parità di genere a tutti i livelli lavorativi; nuove soluzioni per aiutare le grandi industrie a passare ad un futuro a zero emissioni di carbonio; creare applicazioni e dispositivi tecnologici con un design inclusivo e accessibile anche per quelle persone che vivono con disabilità; dar vita a soluzioni che possano aiutare il settore no-profit ad ottenere un maggior impatto sul mercato e costruire nuove infrastrutture che consentano un accesso equo ai servizi sociali, di sanità e di istruzione. 

Clicca qui per capire qual è il paradosso del lavoro ibrido secondo Microsoft e Linkedin.