Cos’è Microsoft Azure e come funziona

Cos’è Microsoft Azure e come funziona

Microsoft Azure, prima conosciuto come Windows Azure, è la piattaforma di cloud computing, legato al colosso di Redmond. Dal canto suo, Microsoft Azure mette a disposizione una serie di servizi cloud, comprendendo procedure afferenti all’elaborazione, all’analisi e all’archiviazione in rete. Pertanto, gli utenti possono selezionare uno tra questi servizi disponibili per sviluppare e rilasciare nuove applicazioni o fruire di una delle app presenti all’interno del cloud stesso. Per questo motivo, è fondamentale sapere cos’è Microsoft Azure e come funziona. La piattaforma Azure ha come obiettivo quello di sostenere le aziende e le imprese nell’affrontare le sfide attuali, per perseguire al meglio i propri traguardi organizzativi. Microsoft Azure mette a disposizione quegli strumenti utili al sostegno e al supporto per il perseguimento di obiettivi nei differenti settori, con particolare predilezione per il commercio elettronico e la finanza, mostrando ampia compatibilità con le tecnologie open source.

Allo stesso tempo, Microsoft Azure offre 3 differenti forme di cloud computing: infrastruttura come servizio (IaaS), piattaforma come servizio (Paas) e software come servizio (SaaS) serverless. Mettendo a disposizione servizi di diversa natura, Microsoft Azure include offerte altrettanto differenti e, per questo motivo, l’uso della piattaforma di cloud del colosso di Redmond declina la sua offerta per casi d’uso molto diversi tra loro. Di certo, uno dei servizi portati avanti da Microsoft Azure afferisce “all’esecuzione di macchine virtuali o contenitori nel cloud”. Si tratta di risorse di calcolo in grado di includere gli elementi centrali dell’infrastruttura, con riferimento particolare ai server Domain Name System (DNS), ai Servizi Windows Server, come Internet Information Services (IIS) e alle applicazioni di terze parti. Inoltre, Azure viene fruita come piattaforma per l’hosting di database nel cloud, oltre che per il backup e il ripristino di emergenza.

In particolare, Microsoft identifica le principali sezioni in cui Azure concretizza il suo servizio. La prima sezione è quella del calcolo, per cui Microsoft Azure supporta l’utente nella gestione e distribuzione del Virtual Machine (VM), del container e dei processi batch. Allo stesso tempo, assicura l’accesso remoto alle applicazioni. Microsoft Azure sostiene gli sviluppatori nella realizzazione delle applicazioni cloud per dispositivi mobili, mettendo a disposizione servizi di notifica, strumenti per la realizzazione di attività di back-end e di interfacce per programmi applicativi (API). Ma Azure della Microsoft sostiene anche lo sviluppo e la distribuzione delle applicazioni per Internet, agevolando le attività di ricerca, la redazione di rapporti e l’invio di notifiche. Anche il settore dell’archiviazione cloud per dati strutturati e non strutturati è un altro servizio assicurato da Microsoft Azure. In questo settore, sono particolarmente supportati i progetti di big data, l'”archiviazione persistente” e l'”archiviazione di archiviazione”.

Tra i settori supportati da Microsoft Azure c’è anche quello dell’Analytics, supportando l’analisi e l’archiviazione distribuite, la verifica dei big data, dei data lake, del Machine Learning (ML), del settore del Business Intelligence (BI), senza dimenticare i flussi di dati Internet of things (IoT) e data warehousing. Ma Microsoft Azure si occupa anche del Networking, con particolare attenzione per le reti virtuali, le connessioni, i gateway riservati ed i servizi di protezione della rete dagli attacchi Distributed Denial-of-Service DDoS). Con il supporto all’area sviluppo, Azure consente agli sviluppatori di condividere i codici, provare le applicazioni e appuntare le eventuali criticità. Infatti, il cloud computing del colosso di Microsoft mostra compatibilità con i più importanti linguaggi di programmazione, in particolare con JavaScript, Python, .NET e Node.js.

Microsoft Azure supporta anche la sicurezza, mettendo a disposizione le giuste funzionalità per prevenire e riconoscere le minacce alla sicurezza del cloud. E, allo stesso tempo, sostiene anche la gestione delle chiavi di crittografia e degli altri strumenti sensibili. Microsoft Azure si occupa anche di Intelligenza artificiale (AI) e Apprendimento Automatico, offrendo una serie di servizi, fruibili da un qualsiasi sviluppatore, per dotare i sistemi di capacità di intelligenza artificiale, di apprendimento automatico e tecniche afferenti al cognitive computing. Anche la Realtà mista e la Blockchain rientrano tra i servizi sostenuti da Microsoft Azure. In particolare, Azure sostiene gli sviluppatori nel realizzare l’ambiente virtuale del Windows Mixed Reality. Infine, il cloud computing del colosso di Redmond consente di entrare in una delle tecnologie di blockchain o di realizzarne una ex novo.