Bitcoin Bitcoin 3.52% $43154.92
3.52%
57640.48 BTC $812268650496.00

Google sborserà 15 miliardi di dollari per essere il motore di ricerca predefinito su Safari

Google sborserà 15 miliardi di dollari per essere il motore di ricerca predefinito su Safari

27/08/2021 0 By fogliotiziana

Apple e Google hanno da diversi anni un accordo commerciale per il motore di ricerca predefinito su Safari.

Perché Google Search sia il motore di ricerca predefinito sul browser dell’azienda di Cupertino, Google deve pagare diversi miliardi di dollari ogni anno al marchio Apple. E l’importo continua ad aumentare di anno in anno. Nel 2018 era di 8,5 miliardi e nel 2019 era di 12 miliardi.

E quest’anno, l’importo è, logicamente, ancora più colossale. Secondo l’analista Toni Sacconaghi si tratta di 15 miliardi di dollari. Un importo che è quasi raddoppiato in soli 3 anni. Per trovare tale importo, l’analista si è basato sui documenti finanziari pubblicati dalla società di Cupertino nonché sulla spesa di Google nel 2021.

E secondo l’analista, l’importo richiesto da Apple a Google aumenterebbe notevolmente di anno in anno man mano che la concorrenza dei motori di ricerca diventa sempre più intensa.

Infatti, secondo le sue informazioni, Microsoft cercherebbe di rubare il posto di Google Search su Safari con il suo motore di ricerca Bing, come riportato da Philip Elmert-DeWitt. Inoltre, Apple lavorerebbe internamente sul proprio motore di ricerca e mirerebbe a sostituire Google Search con la sua soluzione interna.

Quindi, per poter sperare di essere il motore di ricerca predefinito sugli iPhone, Google deve pagare somme astronomiche al marchio Apple, che sta approfittando di questa situazione.

Ma con il forte aumento della quantità che Apple chiede a Google, ci si potrebbe chiedere se l’accordo commerciale durerà per i prossimi anni.

La somma, infatti, potrebbe diventare sempre più grande negli anni a seguire. Ma la situazione attuale di Google non è favorevole a spese pesanti. L’azienda è accusata di monopolio ed è stata multata quest’anno con diverse ammende molto alte, tra cui una il mese scorso di 500 milioni di euro.

È quindi molto probabile che Google decida di abbandonare il suo posto come motore di ricerca predefinito su Safari nel prossimo futuro. Caso da seguire.